Totti di rigore le suona a Bonolis e Amadeus

Il rigore di Francesco Totti
di Marco Castoro
2 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Febbraio 2017, 13:54 - Ultimo aggiornamento: 21:09

Nella sfida tra i due programmi musicali mandati in onda in prima serata dalle reti ammiraglie è spuntato Francesco Totti, che di rigore ha battuto sia Paolo Bonolis sia Amadeus. Tra l'altro i due super conduttori sono usciti malconci dallo scontro. Entrambi, di puntata in puntata, stanno dilapitando la iniziale dote di ascolti, al punto che ieri sera hanno appena appena superato il 10% di share (leggermente sopra il Music di Canale 5 con l'11% che ha vinto pure la sovrapposizione contro Raiuno).

Meglio di Amadeus ha fatto anche Raitre con Chi l'ha visto? (10,8%). In pratica la rete ammiraglia di Viale Mazzini è stata la meno vista dei tre canali generalisti targati Rai. A vincere la serata è stata Raidue con la partita di Coppa Italia Roma-Cesena (13,23% e 3,5 milioni).  Nel finale di gara, alle 22:56, Raidue ha raggiunto il 21% quando  Francesco Totti, al 95°, ha calciato il rigore decisivo.

Morale della favola: serata da dimenticare per Amadeus e Bonolis. E pensare che quest'ultimo era partito con il traino eccezionale di Striscia la Notizia: picco di 6,7 milioni di spettatori con il 24,4% di share alle 21:23. Alla fine la media del programma di Ricci è stata di 5,3 milioni.

Tornando alla Coppa Italia bisogna dire che è stata una vera manna dal cielo per la Rai. I diritti in esclusiva della competizione hanno ridato lustro a RaiSport, una testata che negli ultimi anni ha perso un po' di appeal col grande pubblico, dovuto proprio al fatto di non avere più la Serie A e la Champions. Tra l'altro proprio ieri a RaiSport c'è stata un'assemblea di redazione che ha affidato al cdr un pacchetto di tre giorni di sciopero, in seguito alla preoccupazione per i tagli di budget in tema di diritti sportivi, la chiusura di Raisport2 e lo spostamento in terza serata del programma Nazionali, fiore all'occhiello del direttore Gabriele Romagnoli.

L'importanza dei diritti lo si vede dagli ascolti dei quarti di Coppa Italia: Juve e Milan (7,524 milioni - 27,6%), Napoli-Fiorentina (5,635 milioni - 20,81%), Inter-Lazio (5,579 milioni - 20,42%) e Roma-Cesena (3,464 milioni - 13,23%). E ci sono ancora da giocare le quattro gare delle semifinali (andata e ritorno) di Juventus-Napoli e Roma-Lazio, nonché la finale.

In pay tv il big match di campionato tra Milan e Juve dello scorso 22 ottobre su Sky è stato visto da una media di 2.406.121 spettatori, con il 10,05% di share. Su Premium la supersfida ha riportato una media di 1.286.000 spettatori pari a 4,85% di share.

© RIPRODUZIONE RISERVATA