90' Minuto, una testata e passa la paura

Domenica 10 Giugno 2018 di Marco Castoro
7
Paola Ferrari
Il calcio dei diritti televisivi non ha pietà per il telespettatore di Novantesimo Minuto che da 48 anni ci mostra gli spezzoni delle partite un'ora e mezzo dopo la fine di Tutto il calcio minuto per minuto. Cimeli per la Rai e per le voci indimenticabili dei compianti Paolo Valenti, Maurizio Barendson, Enrico Ameri, Sandro Ciotti e Roberto Bortoluzzi. 

Ufficializzare l'embargo dei gol  fino alle 22 per le reti in chiaro senza diritti è veramente uno schiaffo ai quei tifosi, tra cui anziani e disabili, che non vanno allo stadio e non possono permettersi un abbonamento alla tv a pagamento. Una situazione alquanto grave e paradossale che meriterebbe l'intervento delle società di calcio, offuscati dall'ingordigia dei soldi delle tv, o addirittura del governo stesso per una deroga. In fondo stiamo parlando di servizio pubblico. 

Se la deroga non arriva bisogna trovare l'escamotage dei gol da mostrare nei tiggì, i quali non possono certo aspettare le 10 della sera per mandare immagini di cronaca e servizio pubblico. A quel punto lo storico programma del pomeriggio domenicale si potrebbe salvare con una testata. Basterebbe mandare in onda Speciale Tg2 Novantesimo Minuto, a cura delle redazioni giornalistiche del tiggì e di Raisport, a cui la rete cederebbe lo spazio come si fa per le edizioni straordinarie dei telegiornali.

Intanto c'è da registrare che quest'altro ostacolo che la redazione sportiva di Saxa Rubra dovrà provare a saltare non ha fatto altro che agitare gli animi. Il comitato di redazione, su pressione della maggioranza dell'assemblea che ha già sfiduciato il direttore Gabriele Romagnoli, continua a chiedere al responsabile di fare un passo di lato, se non altro per protestare contro il ridimensionamento della testata sportiva. Il suo contratto scade nei primi mesi del 2019, ma - da quando si apprende - né il diretto interessato né l'azienda sembrano interessati ad accelerare la pratica. 

Tra i nomi che circolano sui possibili successori si fanno quelli di Andrea Vianello e Maurizio Losa. 
Intanto Romagnoli ha reso noto il piano editoriale della prossima stagione che vede Paola Ferrari e Alberto Rimedio passare alla conduzione su Rai1 del programma sulla Champions, mentre a Novantesimo (se si farà) sono stati destinati Alessandro Antinelli e Simona Rolandi.  © RIPRODUZIONE RISERVATA