Leonardo da Vinci, la vetrina culturale di Roma sul mondo

Leonardo da Vinci, la vetrina culturale di Roma sul mondo
di Mirko Polisano
Presentazioni di libri ed esibizioni musicali. L'aeroporto "Leonardo da Vinci" è il salotto internazionale della cultura. Da Roma al resto del mondo sulle note di Mozart, Verdi e Rossini: chi oggi passa per lo scalo della Capitale potrà assistere alle esibizioni musicali organizzate in collaborazione con il Teatro dell’Opera. 27 elementi della Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma si esibiranno alle 12.30 nell’area di imbarco internazionale E, poi al Terminal 1 nell’area di imbarco B alle 13.45. Brani dal Rigoletto di Verdi, Don Giovanni di Mozart, e Il barbiere di Siviglia di Rossini.

Spettacoli, musica e libri in aeroporto? Non è una novità. L’aeroporto Leonardo da Vinci negli ultimi due anni si è distinto per le iniziative culturali organizzate a favore dei passeggeri da ADR, società di gestione degli scali romani. Una caratteristica, quella di promuovere le iniziative culturali programmate sulla città, che ha inciso anche sulla scelta di Fiumicino come Best Airport 2018 nell’ambito del più importante riconoscimento di categoria indetto dall’Airport Council International.

A giugno di quest’anno ha preso il via l’iniziativa di bookcrossing “Lìbrati” realizzata da Aeroporti di Roma, in collaborazione con l’associazione culturale Mecenate 90, presieduta dal sociologo Giuseppe De Rita, e il Centro per il libro e la lettura del Mibact. Nei Terminal 1 o al Terminal 3, sono state allestite delle librerie luogo di animazione culturale e di scambio di opinioni: i viaggiatori potranno partecipare attivamente alle attività di bookcrossing dell’aeroporto, contribuendo a dare vita a una grande biblioteca dinamica e continuamente aggiornata, grazie alla condivisione di testi presi o lasciati da passeggeri in transito da ogni parte del mondo. Queste biblioteche saranno anche luogo di presentazione di libri di autori famosi e conosciuti dal grande pubblico. Il primo incontro ha ospitato Lia Levi con il romanzo “Questa sera è già domani” candidato al premio strega 2018. L’iniziativa che proseguirà per tutto l’anno, offrendo un’occasione di intrattenimento culturale e di confronto ai passeggeri del Leonardo da Vinci, ai quali sarà chiesto di segnalare sui social network i libri condivisi in aeroporto. E proprio ieri Diego De Silva ha presentato, per i passeggeri presenti in area di imbarco B, il romanzo “Superficie”.

La hall partenze del Terminal 3 di Fiumicino ha ospitato anche il coro dell’Orchestra Italiana del Cinema, con 100 elementi che si sono esibiti nell’insolito palcoscenico aeroportuale su due brani della celebre colonna sonora del film Il Gladiatore: "Barbarian Horde"; "Now we are Free”, coinvolgendo i passeggeri internazionali del Leonardo da Vinci. Dopo il grande successo dello scorso anno, che ha visto risuonare, nella medesima location dello scalo di Fiumicino, le musiche del secondo episodio della saga di Harry Potter, Aeroporti di Roma ha rilanciato la partnership con Orchestra Italiana del Cinema per promuovere gli eventi culturali e di spettacolo della Capitale nella vetrina internazionale di Fiumicino, intrattenendo i viaggiatori italiani e stranieri, nel loro tempo di permanenza prima del volo.

A giugno si è chiuso con un’esibizione straordinaria al pianoforte del Maestro Antonio Pappano tra i desk per l’accettazione dei voli internazionali il ciclo di concerti 2018, frutto della partnership con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, grazie alla quale i viaggiatori hanno potuto assistere a numerose performance nel corso dell’anno.
Giovedì 5 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP