Gli (auto) elogi della sindaca? Meglio se arrivassero dai cittadini

di Paolo Graldi
Raggi di sole primaverile anche sul Campidoglio. I maligni avanzano una ipotesi, forse non infondata: la sindaca, stanca di restare chiusa nel recinto di un ostinato silenzio di fronte alla città che soffre di incuria, ha cambiato spin doctor e re-writer: e vai con gli aggettivi sfavillanti, l'ottimismo sfrenato, la gioia incontenibile, i successi inimitabili, il futuro radioso, l'invidia del mondo, il patrimonio inestimabile servito al pianeta ammirato per cotanta bellezza. Gli eventi sportivi, macchine elettriche Formula E, a...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 08:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP