29 agosto 1943 Al Quirinale riunione per decidere se accogliere le condizioni degli Alleati per l'armistizio

Mercoledì 29 Agosto 2018 di Enrico Gregori
A Roma, si svolge al Quirinale una riunione per decidere se accogliere, entro la data del 30 agosto fissata dagli alleati, le condizioni stabilite nel testo dell’armistizio cosiddetto ‘corto’. Il Re afferma che la responsabilità della decisione ricade sul capo del governo, Pietro Badoglio.
L'armistizio di Cassibile (detto anche armistizio corto), fu un accordo siglato segretamente il 3 settembre del 1943, nella contrada Santa Teresa Longarini di Siracusa, distante 3 km dal borgo di Cassibile, località dalla quale l'armistizio prese il nome.
Costituì l'atto con il quale il Regno d'Italia cessò le ostilità verso gli Alleati durante la seconda guerra mondiale e l'inizio di fatto della resistenza italiana contro il nazifascismo.Poiché tale atto stabiliva la sua entrata in vigore dal momento del suo annuncio pubblico, esso è comunemente datato all'8 settembre, data in cui, alle 18:30 italiane, fu reso noto prima dai microfoni di Radio Algeri da parte del generale Dwight Eisenhower e, poco più di un'ora dopo, alle 19:42, confermato dal proclama del maresciallo Pietro Badoglio trasmesso dai microfoni dell'EIAR. © RIPRODUZIONE RISERVATA