12 luglio 1903A Roma viene aperta al pubblico per la prima volta Villa Borghese

12 luglio 1903 ​- A Roma viene aperta al pubblico per la prima volta Villa Borghese
di Enrico Gregori
A Roma viene aperta al pubblico per la prima volta Villa Borghese. Il nucleo della tenuta era già di proprietà dei Borghese nel 1580, sul sito del quale è stata identificata anche la posizione dei giardini di Lucullo (o horti luculliani). Il possedimento fu ampliato con una serie di acquisti e acquisizioni dal cardinale Scipione Borghese, nipote di papa Paolo V e futuro patrono di Gianlorenzo Bernini, con l'intento di crearvi una "villa di delizie" e il più vasto giardino costruito a Roma dall'antichità.

Nel 1606 la realizzazione degli edifici fu affidata dal cardinale agli architetti Flaminio Ponzio e, dopo la morte del predecessore, a Giovanni Vasanzio (Jan van Santen); gli architetti furono affiancati dal giardiniere Domenico Savini da Montelpulciano e dall'intervento anche di altri artisti, quali Pietro e Gianlorenzo Bernini. La villa fu completata nel 1633.
Giovedì 12 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:04

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-12 11:17:20
se ne sono accorti anche gli extraromcomunitari che bivaccano e vivono nel suo interno ormai.....bella è bella, peccato il degrado e lo schifo grazie ai cattocomunisti piddini della malora!!!
QUICKMAP