Roma, 19enne rom semina il panico in strada con la moto: fugge a piedi ma gli automobilisti lo fanno catturare

L'uomo era latitante da un mese e aveva precedenti: la moto era senza assicurazione

Roma, 19enne rom semina il panico in strada con la moto: fugge a piedi ma gli automobilisti lo fanno catturare
di Flaminia Savelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Dicembre 2022, 06:26 - Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 09:06

Quando il fuggitivo ha lasciato a terra la moto e ha proseguito la folle corsa a piedi, sono stati gli automobilisti ad aiutare i poliziotti. Hanno attivato le frecce e suonato il clacson indicando la strada agli agenti che così hanno arrestato il bandito. L'allarme martedì pomeriggio è scattato lungo la via Collatina quando una pattuglia delle Volanti ha notato una moto Honda, CBR 600, sfrecciare a gran velocità. Gli agenti hanno intimato l'alt, ma l'uomo in sella ha bruciato il semaforo.

Roma, caccia alla banda di ladri: la fuga da film nel campo rom

Venezia, borseggiatrice rom scippa una turista ma il compagno la immobilizza per un'ora: tensione fino all'arrivo dei vigili


L'INSEGUIMENTO

È iniziato così un inseguimento che ha attraversato il quadrante est della città. Il bandito ha imboccato la Tangenziale est e dopo aver causato due incidenti, ha tirato dritto a tutta velocità lungo la via Prenestina. Con la pattuglia delle Volanti che ha sirene spiegate lo seguiva in coda. A causa del traffico, la macchina della polizia è stata però costretta a rallentare mentre il fuggitivo svoltava lungo via Filippo Scolari. Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato la moto lasciata a terra e dell'uomo neanche l'ombra. A quel punto, sono stati gli automobilisti hanno attivato frecce e clacson indicando la via di fuga. In una manciata di minuti hanno così raggiunto il fuggitivo. Arrestato e identificato: Francesco H., 19enne di origini rom. Durante la procedura per il riconoscimento è poi emerso che a carico dell'uomo era stata già emessa un'ordinanza di custodia cautelare, per reati legati allo spaccio, ma che da oltre un mese era irreperibile. Processato per direttissima, l'arrestato è stato condannato a un anno e mezzo. A suo carico anche l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. La moto invece è stata sequestrata e affidata ai vigili urbani di zona che stanno procedendo per i due incidenti causati dal bandito. Durante gli accertamenti, è emerso che la Honda era senza copertura assicurativa e intestata a un'altra persona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA