Roma, arriva "Alice in Wonderland", la fiaba di Carroll al teatro, tra acrobazie, musica e scene 3D

Sabato 26 Gennaio 2019 di Laura Larcan

Chissà quanto avrebbe emozionato Lewis Carroll. La scommessa è aperta per la sua "Alice nel mondo delle meraviglie" che sbarca al Teatro Brancaccio di Roma, diventando uno spettacolo "multisensoriale", tra acrobazie olimpioniche, voli e piroette, musica, colori suggestivi e la tecnologia al servizio del palcoscenico, dove le scenografie si fondono con i virtuosismi 3D. 
 

 

Tutto pronto per il debutto dal 26 gennaio al 3 febbraio per "Alice in Wonderland". A metterlo in scena è il Circus-Theatre Elysium che fa tappa a Roma nel suo tour europeo. Gli addetti ai lavori lo considerano uno «spettacolo unico», non foss'altro per il cast da trenta atleti acrobati e ballerini professionisti che offriranno la versione circense della fiaba di "Alice nel mondo delle meraviglie". Ginnastica acrobatica, recitazione, danza, queste le discipline artistiche (molto performanti) che riempiranno il palcoscenico, e non solo. Occhi all'insù, lo spettacolo teatrale, basato sulla leggendaria storia di Lewis Carroll, propone tutti i personaggi chiave del famoso intreccio narrativo, da Alice, al Cappellaio Matto, al Coniglio, al Gatto del Cheshire fino alla Regina Nera. Saranno protagonisti davanti al pubblico nella loro interpretazione circense, sullo sfondo di impressionanti scene 3D.

Ma la storia di Alice si arricchisce anche nella linea dell’amore: la ragazza si innamora del Principe Azzurro ed entrambi gli eroi devono superare ostacoli inimmaginabili. Un lavoro che viene da lontano. Il Circus-Theatre Elysium è stato fondato nel 2012, e vanta un collettivo di produttori, registi e attori. Tutto è iniziato con pochi numeri, riuniti sotto il titolo "Fairytale Show". Sold-out in Francia, ha preso vita in "Alice in Wonderland", appaludito oggi non solo in Ucraina ma anche in Russia, Bielorussia, Francia e Cina.

Un progetto artistico nato dall’ispirazione di Oleg Apelfed, capace di raccogliere intorno a sé un cast di professionisti di respiro internazionale. Ha dato vita ad un circo moderno mostrandone per primo le mille sfaccettature e le possiblità di rappresentazione scenica. Progetto portato avanti anche grazie a Maria Remneva, direttrice del Circo Nazionale dell’Ucraina con più di vent’anni di esperienza e fior di premi.

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il Campidoglio e lo strano caso dell’assessore globetrotter

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma