Tra sonetti, vino e salamini, festa a Monti per Petrolini

Sabato 11 Gennaio 2020 di Roberta Savona
Madame De Freitas alla parata celebrativa
E' giunto alla sua settima edizione l'evento "É Nato Petrolini! Evviva Petrolini!", festa spontanea nata nel 2013 in occasione del compleanno dell'amato e mai dimenticato comico romano Ettore Petrolini. Come ogni anno gli artisti e devoti all'attore che più di ogni altri ha fornito spunti a grandi nomi come Totò, Nino Manfredi, Enrico Montesano, sono pronti a radunarsi sotto la finestra del comico in Via Baccina 32, nel Rione Monti. Una vera parata musicale itinerante, guidata dai maggiori esponenti e fautori della scena capitolina di avanspettaco, di cui capofila si fa Mirkaccio Dettori, che insieme ai suoi colleghi tra fisarmoniche, sonetti e balli improvvisati, è pronto ad omaggiare il 136° anniversario per la nascita di Petrolini. Il comico, la cui sagoma è fornita dal Salone Margherita e dal M°Pingitore, è portato in giro per il quartiere con una processione artistica spontanea, senza prove né organizzazioni di genere. Un corteo che dalla casa del maestro di ilarità, sulle note di brani come "Gastone" e "Tanto Pè Cantà", dona ai passanti e agli abitanti del quartiere quell'essenza petroliniana di cui sono pregne le strade di Roma. Tante le figure artistiche presenti, dalle burlesque performer ai musicisti, dai ballerini ai maghi, fino agli attori, pronti a destreggiarsi tra un verso e l'altro. Mandolini, fisarmoniche e bislacchi strumenti tengono il tempo del corteo che sarà guidato in testa da antichi romani. Durante la parata vengono distribuiti vino e salamini, il miglior modo per scaldarsi dal freddo di gennaio e per ricordare il celebre testo de "i Salamini", tanto caro per esempio ad un grande istrione come Gigi Proietti.

L'iniziativa nata da un'idea di Mirkaccio Dettori, musicista e attore di Varietà, ha riscosso negli anni centinaia di adesioni da parte di una variegata cerchia di artisti che per la stravagante festa di compleanno, sono pronti a ricordare e festeggiare il Padre del Varietà con musica e spettacoli itineranti. «Dimostriamo che esiste una scena artistica che trova ispirazione nella comunicativa di Ettore Petrolini. Il linguaggio del Varietà ritorna al di fuori del mainstream, in una scena costretta all’underground ma che ogni sera anima club e teatri, popolando i sogni di persone reali che scelgono un intrattenimento reale. Petrolini è l’imprevedibile che non teme algoritmo, è la parola complessa da salvaguardare, è il surreale che intrattiene ma non distrae, diverte ma non coccola. Evviva Petrolini!», afferma Mirkaccio.

Tra gli artisti presenti hanno risposto alla chiamata alle arti 2020, nomi come Davide Toffolo, fumettista e leader della band "I Tre Allegri Ragazzi Morti", seguito dal cantautore Adriano Bono mattatore del Reggae Circus. Si aggiungono a loro anche tre gruppi di musica romana: Filuccio e i Fattacci, i Sor Savino e i Roma Ensamble, sulle cui note balleranno i danzatori dell'Opificio in Movimento, pronti a scatenarsi anche con i migliori musicisti della scena swing capitolina come Alberto Botta e Guido Giacomini. Dal luminoso mondo del burlesque arrivano Damiana Ardito, Candy Rose, Dora Scompiglio, Velvet Madonna e Ginevra Joyce, da poco laureatasi "Papessa del Burlesque" al festival Caput Mundi International Burlesque Award. Dalla scena sexpositive romana arriva Diego Tigrotto, seguito da i Karma B, esponenti di livello del panorama artistico LGBT. Insieme agli esperti sopracitati c'è spazio anche per le nuove leve, come la giovanissima Domenica Stornelli, petroliniana doc anche se appena diciottenne. In rappresentanza del Teatro Petrolini non mancherà la compagnia stabile di Salvatore Scirè, con Raffaele Bartolomeis, Laura Sorel e Francesca Rasi. Non mancherà la presenza della sciantosa Madame De Freitas, in rappresentanza de La Conventicola degli Ultramoderni, dove si esibiscono anche Monsieur David con il suo Teatro del Piede, il divo Mike LuPone, la franzosa Adel Tirant, il macchiettista Ciccio Frisko e il canzonettista Calomino, pronti anche loro alla parata nel Rione Monti. © RIPRODUZIONE RISERVATA