Sul palco del Castello si parla di Europa. Domani il film su Gassman e domenica "A letto dopo Carosello"

Giovedì 23 Luglio 2020 di Monica Martini
Vittorio Gassman (a des.) ne Il Sorpasso
Festival “Sere d'Estate" con Caffeina questa sera al castello di Santa Severa. Sul palco della spianata dei Signori del Castello questa settimana si alterneranno nomi della politica, dell'attualità, del giornalismo e dello spettacolo, Stasera temi di attualità, affrontati da esponenti politici di opposte fazioni, al centro dell'incontro in programma. “Media e cultura: rifare l'Europa” è il titolo scelto da Marcello Foa, dal 2018 presidente della Rai, blogger e scrittore, sul palco al fianco di Massimiliano Smeriglio, europarlamentare del Pd, e di Antonio Tajani, ex presidente del Parlamento Europeo. L'ingresso è libero.

Atmosfere ben diverse per la serata di domani con la proiezione del docufilm (alle ore 21,00) “Sono Gassman. Vittorio re della commedia”, di Fabrizio Corallo. A venti anni dalla scomparsa, Vittorio Gassman viene rievocato - come protagonista del cinema e del teatro. Attraverso testimonianze di familiari e colleghi, brani di film, spettacoli teatrali e programmi tv, emerge il ritratto di un estroverso "mattatore" ma anche di un uomo più segreto e vulnerabile. Il dialogo di Raffaello Fusaro è con il regista Fabrizio Corallo.

Variazioni rispetto al programma originario: il film su Gassman sostituisce quello sua Alberto Sordi, sempre di Corallo. Anche per sabato 25 non più in cartellone lo spettacolo Lettere a Yves, ispirato al famoso creatore di moda Saint Laurent, ma il concerto della Banda musicale della Polizia di Stato, che presenterà con i 105 esecutori, provenienti dai più famosi conservatori, un vasto repertorio che comprende, oltre alle marce militari, brani originali e trascrizioni di musica classica e contemporanea

Domenica sera, infine, ancora un appuntamento di intrattenimento con “A letto dopo Carosello”, con Michela Andreozzi. Una rivisitazione nostalgica e divertita agli anni Settanta, visti con gli occhi di quella che allora era una bambina e che come un'intera generazione di attuali ultracinquantenni, improrogabilmente, andava a letto dopo Carosello.
  Ultimo aggiornamento: 25 Luglio, 20:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA