Si torna dall'estero senza test: tra dieci giorni stop all'incubo

Si torna dall'estero senza test: tra dieci giorni stop all'incubo
2 Minuti di Lettura
Sabato 22 Gennaio 2022, 07:55

Tra dieci giorni si potrà entrare in Italia da altri Paesi dell'Unione europea senza presentare l'esito di un test antigenico o di un molecolare. Resta l'obbligo del Green pass (dunque bisogna essere vaccinati) ma il 31 gennaio scade l'ordinanza che prevede la necessità di un tampone negativo per entrare in Italia anche da altri Paesi della Ue.

Questa misura oggi non ha molto senso, visto che la circolazione del virus è pressoché la stessa in tutti i Paesi dell'Unione europea e non si comprende perché una persona che arriva a Roma da Tenerife possa rappresentare un pericolo maggiore, dal punto di vista epidemiologico, di chi viene da Rimini (la provincia italiana con l'incidenza più alta di casi Covid).

L'obbligo del tampone è una zavorra per Roma: i turisti di altri Paesi europei preferiscono magari Madrid, come destinazione di una vacanza, perché lì il test negativo in entrata non è richiesto. Allo stesso tempo frena i viaggi in uscita, perché un italiano, al termine di una vacanza a Barcellona o ad Atene, deve cercare un laboratorio dove fare un test, con l'ansia di risultare positivo e dunque prigioniero di una quarantena all'estero. Precisazione: oggi ancora non sappiamo se il governo deciderà di prorogare l'obbligo del tampone al rientro anche per i vaccinati.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA