Treni, bus, taxi: gara low cost per raggiungere gli aeroporti

Sabato 11 Gennaio 2020 di Mauro Evangelisti
Competizione low cost per raggiungere l’aeroporto low cost. Da una parte c’è Atac che promette di portarti allo scalo di Ciampino con 1,50 euro, dall’altra Trenitalia che assicura la combinazione treno da Termini più bus a 2,70. Certo, restano le alternative dei pullman privati che fanno la spola tra Termini e Ciampino. Anche la tariffa fissa dei taxi (ma occhio alla giungla che caratterizza il posteggio davanti all’area arrivi) è bassa: dal centro 30 euro. Il paradosso è che costa meno andare nell’aeroporto secondario che in quello principale (Fiumicino), ribaltando lo stereotipo degli scali low cost. Atac propone l’accoppiata bus più metro.

Se esci dall’aeroporto puoi salire sul 520 che ti porta in un quarto d’ora a Subaugusta (metro A), o sul 720 che va a Laurentina (metro B). Tutto con il costo del biglietto classico. Ma sta funzionando bene anche la formula Airlink di Trenitalia: vai a Termini, fai un biglietto da 2,70 euro, in meno di un quarto d’ora il treno ti porta alla stazione di Ciampino e lì, ben segnalato, c’è il bus che in 13 minuti ti accompagna al terminal. Molte variabili incidono sulla scelta: dove abiti (o dove è il tuo hotel) e quanti bagagli hai. Però poter scegliere è importante. 

mauro.evangelisti@ilmessaggero.it © RIPRODUZIONE RISERVATA