Il sogno di sentirsi campione al costo di appena 200 euro

Domenica 25 Agosto 2019 di Mimmo Ferretti
Duecento euro e passa la paura. E regali un sogno a tuo figlio. Il sogno di sentirsi grande, anche se ha 14 o 15 anni. E’ la nuova frontiera del calcio giovanile nella Capitale, quello riservato a società non professionistiche che si comportano come società professionistiche. E che, per questo, portano i propri giovani tesserati in ritiro pre season. Come i grandi che d’estate si vedono tutti i giorni alla tv. Un sogno in cambio di un contributo familiare di circa 200 euro per una settimana di allenamenti al fresco delle colline umbre o abruzzesi, le mete preferite per strutture e distanza da Roma. Una settimana intera lontano da casa per giocare a pallone, stare insieme a nuovi e vecchi compagni e divertirsi sotto il controllo accurato dei dirigenti del club. 
Un’esperienza per molti inedita, un’esperienza per molti (tutti?) assolutamente indimenticabile. Sveglia, colazione e poi al campo: un paio di ore di lavoro con il pallone e poi di nuovo in albergo. Doccia, pranzo, riposino e, con un po’ di fresco in più, ancora in campo. Doccia, cena e a letto non più tardi delle 22. Una settimana così. Come i professionisti dei grandi club. Non un’iniziativa isolata, ma ormai collaudata consuetudine di tante società romane a caccia del piccolo campione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, istrice gigante a spasso su Lungotevere: la Capitale sempre più bestiale

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma