ROMA

«Sei bella ma non sai parcheggiare»: i biglietti dei romani sulle auto "indisciplinate"

Venerdì 10 Gennaio 2020 di Veronica Cursi

Parcheggiare a Roma? E’ come giocare ai Lego. Da Prati a Marconi le auto sono spesso infilate in maniera così complicata che gli automobilisti ci lasciano sopra le istruzioni. Qualche settimana fa, ad esempio, su via del Traforo il proprietario di una minicar rossa, parcheggiata di traverso rispetto al marciapiede, ha lasciato un messaggio sul finestrino della propria auto rivolto ai “colleghi” automobilisti: «Saresti così gentile da lasciare spazio sufficiente a farmi entrare?». E che dire del romantico - quanto indispettito - passante che sul parabrezza dell’indisciplinata automobilista del Fleming ha scritto: «Sembri un angelo, ma non sai parcheggiare!».

Roma, Smart parcheggiata male blocca la strada: spostata di peso dagli automobilisti


 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il romano è romantico sempre e comunque

Un post condiviso da The Roman Post (@theromanpost) in data:

C’è poi il biglietto, diventato virale sul web, in cui un passante spiegava con un accurato disegnino schematico al guidatore che occupava due posti come dovrebbero essere parcheggiate le auto. Sui social i profili dedicati al parking selvaggio sono decine. Ma attenzione perché oltre a una questione di coscienza civica (che spesso manca) esistono svariate ipotesi in cui parcheggiare male può essere reato: da chi blocca un tram mettendosi sui binari a chi abbandona la macchina davanti ai cassonetti o blocca il percorso di un’ambulanza. E qui non servono biglietti.

Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio, 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA