ROMA

Roma, nel locale dei ragazzini alcolici serviti solo ai maschi: «Reggono di più»

Venerdì 22 Novembre 2019 di Veronica Cursi

Nei locali gli alcolici ai minorenni non dovrebbero essere serviti per legge. Se poi questo divieto non solo viene trasgredito, ma diventa persino una discriminante tra maschio e femmina si arriva al paradosso. Sabato scorso, in un locale di Ponte Milvio, un gruppetto di scatenate 16enni si è avvicinato al bancone del bar e ha ordinato un Negroni.

Troppi drink in discoteca, quattro ragazzi in coma etilico. All'ospedale anche un 15enne

Il barista, che non ha chiesto la carta d’identità per verificare l’età - come invece avrebbe dovuto fare - si è rifiutato di prepararglielo. E non perché, nonostante mascara e tacchi alti, si vedesse palesemente la loro giovanissima età, ma perché erano femmine. Lucrezia e le sue amiche si sono sentite rispondere: «Questo tipo di cocktail posso servirlo solo ai maschietti». Con tanto di spiegazioni approfondite sul fatto che la gradazione alcolica del Negroni (a base di vermut rosso, Campari e gin) «è troppo forte e i ragazzi lo reggono di più». Secondo l’illuminato barista, dunque, (e non solo lui purtroppo) perché le testarde hanno provato a chiedere il drink anche ad altri camerieri, i ragazzini possono bere e sballarsi purché siano maschi. La prova del 9? Quando l’amico Filippo è tornato al tavolo sfoggiando fiero il suo gustoso Negroni. Che poi - ovviamente - hanno bevuto loro.

Con i capelli alla Beckham non si entra in discoteca

 

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 09:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma