Da Romeo al giovane Jacopo: il ritorno di Raggi sul tetto

Giovedì 16 Aprile 2020 di Simome Canettieri
Da Romeo al giovane Jacopo: il ritorno di Raggi sul tetto

Operazione riuscita. La chitarra elettrica del giovane Jacopo Mastrangelo (baby fenomeno dopo il video cult sui tetti di piazza Navona) si è spinta più in alto. Lunedì scorso ha calcato un altro palcoscenico, ancora più maestoso: il tetto del Campidoglio. Davanti a sé il Colosseo e i Fori imperiali, alle sue spalle l’Altare della Patria, e poi, giù giù in fondo, ecco il Cupolone. E quindi le note di “Nuovo cinema Paradiso” di Ennio Morricone. Struggenti, come il fascino secolare di Roma. 

Coronavirus, Jacopo e la chitarra a piazza Navona: «La sindaca Raggi mi ha invitato a suonare in Campidoglio»

Un balsamo per gli occhi di sei minuti, montato alla perfezione, con sottotitoli in inglese per mandare un messaggio di una bellezza quasi violenta. La clip ieri sera aveva raggiunto oltre mezzo milione di visualizzazioni sulla pagina Facebook di Virginia Raggi. Già, questo piccolo show da godersi sul divano o al massimo - ben distanziati sulle nostre terrazze, di sicuro più modeste - è stato il regalo della sindaca per Pasquetta. «Un omaggio di Roma ai suoi cittadini, agli italiani, al mondo», ha detto Raggi. Che iniziò la sua carriera sempre su questo tetto, ma per riunioni segrete (perché «in ufficio ci sono le cimici», fece capire il suo ex segretario Salvatore Romeo, eventualità mai accertata tra le altre cose). Altri tempi, viva la musica. 
 


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani