ROMA

Frongia da Alpa e Fico da Conte
Gli assessori di Raggi e dopo-Virginia

Giovedì 31 Ottobre 2019 di Simone Canettieri
Frongia da Alpa e Fico da Conte
Gli assessori di Raggi e dopo-Virginia
Due volte, se non tre. E tutte tra metà agosto e i primi di settembre. Daniele Frongia è stato avvistato in quel periodo entrare nel palazzo che ospita lo studio di Guido Alpa. Come chi è? Si tratta dell’avvocato e noto giurista nonché maestro del premier Giuseppe Conte. Le visite di Frongia - casualità? - coincidono con la nascita del nuovo governo giallorosso, una fase in cui l’assessore allo Sport ha puntato a entrare nella squadra di governo in qualità di sottosegretario allo Sport. Tentativo non andato a buon fine. Ma che segnala una certa predisposizione degli assessori di Virginia Raggi a tessere rapporti extra-Campidoglio, forse anche in ottica futura. 
Si spiegano anche così, per esempio, i frequenti pellegrinaggi del vicesindaco Luca Bergamo dal presidente della Camera Roberto Fico o l’attivismo di Luca Montuori, titolare dell’Urbanistica. I maligni accusano: di giorno sostengono Virginia, di notte pensano a un domani senza Virginia. Bella fiducia, eh. Chi lo sa, nel dubbio, rimangono gli incontri, le trame e le telefonate in una città tentacolare. D’altronde, questi assessori hanno preso alla lettera lo spirito del partito di cui fanno parte: Movimento. E movimento sia. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma