Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le memorie dell’ex assessore diventano un libro-verità

Le memorie dell ex assessore diventano un libro-verità
di Simone Canettieri
2 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Giugno 2019, 00:00
Pinuccia è tornata all’antico. Alle Università di Reggio e Modena, fra la via Emilia e il West. «Mi occupo di e-learning e studio e ricerca, information literacy . Ora - dice a questa rubrica - sto organizzando un corso on-line per il Dipartimento di Scienze agrarie». Ma come tutti coloro che hanno bazzicato un po’ il Campidoglio ha deciso di dedicarsi alla letteratura. Per mettere in prosa i suoi ricordi e soprattutto i suoi segreti. Ecco, dunque le memorie di Pinuccia Montanari, ex assessore all’Ambiente della giunta Raggi, uscita di scena lo scorso febbraio (e non ancora sostituita, per la cronaca).

Il libro si intitolerà “Assesso’ nun se po’ fa’ ”. Un elenco di cose fatte per i rifiuti in città (chi legge non faccia facili battute) con allegato il racconto di tutti gli ostacoli che ha dovuto affrontare sulla sua strada. Sarà un testo esplosivo che metterà in difficoltà Virginia Raggi? Questo ancora non si sa. Pinuccia è dispiaciuta per la rottura: «Avevo uno staff di 8 persone, affrontavamo 40 dossier al giorno. E adesso chi fa il nostro lavoro?». Dalla sua, ha l’amico Beppe Grillo che le diede ragione quando andò via da Roma per il caos nei bilanci di Ama e con il quale condivide le preoccupazioni per le sorti del M5S. Ma questo è un altro libro. Che magari scriverà Di Maio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA