Pensionati-viaggiatori in giro per l’Europa a godersi la vita

Sabato 11 Maggio 2019 di Mauro Evangelisti

Sono sempre più numerosi sui voli per Lisbona, Praga o Dublino. Sanno tutto su quanto deve pesare un trolley, sanno nel dettaglio cosa si può imbarcare. Sorridono tolleranti quando si accorgono che gli altri passeggeri applaudono all’atterraggio. Hanno già studiato come raggiungere l’hotel che hanno prenotato grazie all’app con le tariffe migliori. No, non sono i ragazzi nati a cavallo dell’anno Duemila.

Ci sono anche loro, ovviamente, ma sugli stessi aerei ci sono anche molti viaggiatori over 60, magari coppie che si godono la vita perché ormai sono in pensione e i figli sono grandi. Ogni tanto prendono un aereo e se ne vanno in giro per l’Europa a visitare una nuova città o attirati da un’imperdibile mostra. Un tempo i giovani viaggiavano in treno grazie all’interrail da un paese all’altro del continente; oggi i meno giovani usano le compagnie aeree low cost (ma non solo) per regalarsi frequenti week-end o settimane di vacanza.

«Il 95 per cento delle volte - racconta un pensionato-viaggiatore - mia moglie ed io ci organizziamo con il fai-da-te: individuiamo la meta, poi cerchiamo la tariffa. Dove ci siamo trovati meglio? Lisbona, Barcellona, Madrid, Siviglia, Berlino, Amsterdam. Ovunque». Un solo problema: trovare nuove mete. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA