ROMA

Cinesi e russi, l’avanzata dei super ricchi nei 5 stelle

Sabato 2 Febbraio 2019 di Mauro Evangelisti
Arrivano i dollari, ma anche i renminbi. Ma chi c’è dentro gli hotel più lussuosi di Roma? Chi non si preoccupa delle tariffe di un 5 Stelle (la politica non c’entra) ed è pronto ad estrarre con solerzia la carta di credito nella Capitale? Spulciando i dati del 2018 elaborati dall’Ebtl (ente bilaterale del turismo), quelli che segnano un non entusiasmante più 3 per cento, limitandosi a esaminare la colonna di risultati degli hotel a 5 stelle si scoprono verdetti sorprendenti. Gli ospiti italiani, ad esempio, non sono la maggioranza. Su un totale di 1.076.327 fortunati che hanno alloggiato in un albergo di lusso, la maggioranza viene dagli Stati Uniti (338.905), centomila in più degli italiani (232.215). Tra gli europei, i più numerosi nei 5 stelle sono quelli del Regno Unito (70mila), seguiti da francesi (oltre 47mila) e tedeschi (oltre 36mila), mentre i russi sono diventati clienti importanti per i 5 Stelle (quasi 33mila). Dall’Asia se è prevedibile il numero alto di giapponesi (20mila e passa), avanza un esercito di nuovi ricchi, quello dei cinesi, che sbaragliando ogni luogo comune, segnano numero molto alto e in crescita, oltre 24mila. E questo spiega perché sempre più spesso nei negozi e negli store del lusso in centro vi siano cartelli e commessi che parlano mandarino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA