CORONAVIRUS

Estate 2020: vietato giocare, le vacanze amare per bimbi (e genitori)

Venerdì 22 Maggio 2020 di Veronica Cursi
2
Estate 2020: vietato giocare in spiaggia, ma chi lo spiega ai bimbi?

«E tu che fai quest’estate?». E’ la domanda che assilla ognuno di noi in queste ultime settimane. Con l’apertura delle spiagge ci si scervella per trovare soluzioni che accontentino tutti ma lo scenario che si prospetta non è dei migliori: sopratutto per chi ha bimbi piccoli. Al mare ci si potrà andare con le dovute precauzioni: all’ingresso degli stabilimenti verrà misurata la temperatura, roba che se il piccoletto si è accaldato in bicicletta tocca tenerlo in quarantena per il resto della vacanza.
 

Sotto l’ombrellone si sta ognuno con il proprio secchiello (o al massimo quello di un congiunto) e se malauguratamente il bimbo tira una palla al vicino di ombrellone sono guai: vietato giocare, non solo su scivoli e campi sportivi (assolutamente banditi), diventa rischiosa anche la pista di bocce o il castello di sabbia a meno che non sia entro il metro del proprio spazio. In acqua ci si potrà schizzare, ma da lontano, la gara di tuffi in piscina è il nuovo male assoluto. Il gelato al bar? Ma sei matto! C’è lo steward che controlla anche quando vai al bagno. Per buona pace di chi, almeno quest’estate, non dovrà sopportare le urla dei bimbetti scatenati. Un po’ meno  i genitori.

Vacanze in resort con test e tamponi: il modello post-Covid arriva dalla Sardegna

Viaggi, sarà un'estate anni 60: vacanze in casa o villa con la famiglia, Sicilia al top

Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani