Diario di un grillino, a nuoto sullo Stretto come Beppe

Giovedì 12 Luglio 2018 di Simone Canettieri
1
Diario di un grillino, a nuoto sullo Stretto come Beppe
Visti i tempi leghisti di porti chiusi e piscine aperte, il M5S deve pur rispondere in qualche modo per non essere subalterno. E in questa estate segnata dal gran ritorno del machismo, i pentastellati romani hanno tirato fuori l’asso dalle pinne. Petto in fuori e gran bracciate, occhialini e sprezzo del pericolo. Il consigliere comunale, nonché presidente della commissione Sport, Angelo Diario la settimana scorsa ha deciso di emulare, seppur a distanza di quasi sei anni, Beppe Grillo. E ha dunque attraversato a nuovo lo Stretto.


«Dalla Sicilia alla Calabria in 56 minuti!», ha esclamato su Facebook, ancora con un certo fiatone, dovuto all’impresa. Per gli amanti delle statistiche, l’allievo (che nella vita lavora al Ministero dell’Economia) ha superato il maestro. Il Garante si immerse nelle acque del Mediterraneo per lanciare la volata al M5S alle regionali. Sfondò il muro di un’ora, con Gianroberto Casaleggio che lo seguiva metro metro su una barchetta. Fu comunque uno show politico, all’insegna del corpo del leader. E adesso Diario, il Forrest Gump del Campidoglio per quanto ami correre senza mai fermarsi, ha deciso di provarci anche lui. E ce l’ha fatta. E magari ora convincerà anche il resto della giunta a sfidare l’impossibile. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Le case sequestrate ai Casamonica, tra fiction e realtà

Colloquio di Alvaro Moretti e Ernesto Menicucci