CORONAVIRUS

Strano, se la prof interroga la webcam non funziona

Mercoledì 29 Aprile 2020 di Raffaella Troili
Bei tempi quando per non farsi vedere dalla prof, ci si nascondeva dietro la testa del compagno, ci si appiattiva sul banco, il collo in grado di assumere posizioni contro natura, e tutto questo per non farsi interrogare. Ora con le lezioni a distanza le tecniche si affinano, in pratica chi non vuol esporsi non attiva la telecamera, è come scegliere di stare al primo banco o passare inosservato. 

Il mezzo e le condizioni lo permettono. C’è chi dice che non gli funziona la webcam, chi scandisce paravento “non sento”, chi - i più arditi- hanno problemi con la linea e così si tolgono da ogni impaccio. A volte ci marciano, a volte no. A volte ne approfittano per fare colazione o andare al bagno mentre la prof interroga altri compagni. Anche perché c’è chi si collega un minuto prima, ancora con il pigiama e un occhio chiuso.

Non vanno trascurati anche i problemi di privacy, non tutti vogliono aprire casa al pubblico né hanno la possibilità di avere un angoletto tutto loro. Infine sta montando un altro problema, perché l’estetica ha il suo peso: chiusi dentro casa, i capelli arruffati e ormai senza forma, le ragazze senza un filo di trucco, tutti pallidi e brufolosi, nonché appesantiti... ma chi ha voglia al mattino di mostrarsi in pubblico?
© RIPRODUZIONE RISERVATA