Anche la pagella è alla moda, regalo social tra lusso e selfie

Mercoledì 29 Agosto 2018 di Raffaella Troili
Frotte di ragazzini sono entrati nelle più lussuose boutique del Centro e hanno fatto man bassa, nel senso che certi articoli sono esauriti, devono tornare. Hanno dai 9 anni in su, dicono le eleganti commesse sorridendo. In famiglia regna un certo sconcerto, il regalo per la bella pagella è stato un salasso, per giunta il nano conosce marche costose che mamma e papà non frequentano. C’è chi ne fa una questione di principio, chi solo economica. La nuova tendenza è postare sui social la foto di almeno 4, 5 buste che testimoniano acquisti importanti, che arrivano ai 1.000 euro: cappelli, borselli, maglie, scarpe, occhiali, l’orecchino di marca, la stessa che portano rapper e personaggi seguiti dai giovani: «Mamma, ce l’ha Sfera Ebbasta». O Tony Effe, Side, Fedez, Dref gold. Che si fa? Un no secco, seguito da «ai miei tempi i cantanti non dettavano le mode» non risolve niente. Erano i miei tempi ora i ragazzi sono attirati dal lusso, l’importante è far capire che vestiti come un emiro da capo a piedi passano per ridicoli all’età loro, magari scendiamo a patti, io mi adeguo al tuo mondo tu mi dai le chiavi per capirlo. Per fortuna arriva il pensiero che non t’aspetti: «Che poi sai mamma le ragazze più belle stanno con quelli senza marche, quelli con la camicia». Sigh.

raffaella.troili@ilmessaggero.it © RIPRODUZIONE RISERVATA