Roma, primo confronto fra i candidati sindaco Raggi, Gualtieri, Calenda e Michetti

Roma, diretta live del confronto fra i candidati sindaco Raggi, Gualtieri, Calenda e Michetti
5 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Luglio 2021, 17:09 - Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 11:15

Botta e risposta in pubblico tra i quattro candidati sindaco di Roma: la prima cittadina ricandidata Virginia Raggi (M5s), Roberto Gualtieri (Pd), Carlo Calenda (Azione) e Enrico Michetti (centrodestra). Tra i temi sui cui saranno sollecitati i candidati e a cui potranno rispondere in 5 minuti a testa: il Recovery Plan declinato sulla città, il ruolo della Capitale e la visione del futuro di Roma. L'incontro, che si tiene alla Casa dell'architettura, è iniziato in un clima cordiale tra foto opportunity e saluti "gomito a gomito" tra i candidati. 

Prime stoccate, inizialmente ironiche, tra i candidati: una sorta di tutti contro tutti. «Tutto a Roma, nell'antichità, era costruita intorno al cittadino. La Roma di Augusto e di Cesare guardava al dialogo. Noi abbiamo bisogno di questo dialogo, abbiamo bisogno della Roma della Pax augustea. Una Roma della collaborazione perché al centro non ci sono le nostre carriere ma il destino del cittadino di Roma», ha detto Enrico Michetti, candidato del centrodestra, durante il primo incontro pubblico con gli altri candidati, al Festival dell'architettura. A rispondere, sarcasticamente, è stato il candidato dem Roberto Gualtieri che ha iniziato il suo intervento ironizzando: «Non riporteremo Roma all'Impero romano Michetti, non abbiamo questa ambizione...» a cui Michetti ha risposto con pacatezza: «Parlerò tanto della Roma dei Cesari ma quella era la Roma del successo». Scintille anche tra la sindaca Virginia Raggi, Carlo Calenda e Roberto Gualtieri sulla gestione della città e delle risorse.

Video

«Mi verrebbe da dire che dopo tante chiacchiere ho dimenticato la domanda». Lo ha detto la sindaca uscente di Roma Virginia Raggi, concludendo il turno di domande dopo gli interventi degli altri candidati a sindaco durante il confronto in corso alla Casa dell'architettura. A due ex ministri (Gualtieri e Calenda, ndr) dico «che magnificano le loro azioni di Governo, ma a Roma da loro non è arrivata una lira, e questo è un fatto che loro sanno. A Michetti rispondo, la digitalizzazione non è un optional come dice lui», ha concluso Raggi.

Michetti è poi stato il primo ad abbandonare a sorpresa il confronto giunto ormai alle battute finali: «No, la rissa no», ha detto quando in realtà il confronto (stava parlando Gualtieri) non era particolarmente agguerrito. 

Carlo Calenda: «Crisi dei rifiuti continua»

«Il trasporto pubblico, con nemmeno un km di metropolitana progettato, la crisi dei rifiuti continua, la raccolta differenziata disastrosa, la manutenzione del verde da giungla urbana. Una città che dal punto di vista economico cresce meno del Paese che rappresenta» e che dal punto di vista dei servizi «è assente». Lo ha detto Carlo Calenda al primo confronto tra candidati sindaco della Capitale, promosso dall'Ordine degli Architetti di Roma e provincia alla Casa dell'Architettura.

Cinghiali sulle strisce pedonali a Roma, Calenda posta la foto: «A settembre chiederanno il bonus asili»

Virginia Raggi: «Roma è come una Ferrari»

«Credo che Roma sia da paragonare a una Ferrari e quando sono arrivata era completamente ferma. Io ho ricostruito questa macchina». Lo ha detto la sindaca uscente di Roma e candidata per il M5s Virginia Raggi, al confronto pubblico con gli altri candidati sindaco alla Casa dell'Architettura. «La trasformazione della città è già in atto e con me continuerà ad andare avanti - ha aggiunto Raggi -. Io ho fatto camminare questa Ferrari, ho iniziato a farla correre. Ora dobbiamo farla correre tutti insieme verso un futuro nel quale abbiamo almeno tre appuntamenti molto importanti: i fondi del Recovery plan, il Giubileo del 2025 ed Expo 2030 - ha spiegato Raggi -. Tre impegni importanti nell'arco di dieci anni che sono in grado di cambiare completamente la nostra città», ha concluso la sindaca.

I Maneskin premiati dalla sindaca Raggi in Campidoglio

Roberto Gualtieri: «Risorse del Recovery ultima possibilità»

«Le risorse del Recovery sono l'ultima possibilità per ripartire», ha detto il candidato di centrosinistra Roberto Gualtieri. Per Gualtieri si tratta dell«ultimo treno» e a Roma «non possiamo permetterci altri 5 anni di inerzia amministrativa».

Roma, Gualtieri e i trasporti: «Stop alla funivia, prolungare la linea A»

Enrico Michetti

«Nell'impero romano tutto era costruito in ragione del cittadino, i ponti, gli acquedotti, gli anfiteatri. Bisogna pacificare, serve dialogo, collaborazione, al centro c'è il destino del cittadino di Roma». Lo ha detto il candidato di centrodestra Enrico Michetti al primo confronto tra candidati sindaco della Capitale, promosso dall'Ordine degli Architetti di Roma e provincia alla Casa dell'Architettura. «C'è bisogno di semplificazione. Abbiamo un'amministrazione ostativa, serve un'amministrazione di servizio, pronta, che rispetta i tempi», ha continuato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA