Comunali, il flashmob dei giovani a San Lorenzo: «La movida è di tutti»

Comunali, il flashmob dei giovani a San Lorenzo: «La movida è di tutti»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Settembre 2021, 15:52

Proiezioni pirata, musica e comizi rivolti a giovani, commercianti e lavoratori. E' andato in scena, ieri, un flash mob, a San Lorenzo, una delle zone più calde della movida cittadina. «Con questa azione – spiega Michelangelo Ricci organizzatore dell’iniziativa e candidato al consiglio comunale per la lista Sinistra Civica Ecologista – ho voluto sottolineare che la notte è un patrimonio di tutti i cittadini: di chi vuole riposare, di chi desidera uscire e divertirsi e di chi lavora ma, anche, una straordinaria opportunità di sviluppo, come insegnano moltissime capitali nel mondo».

Ricci ha anche chiamato in causa la proposta di Roberto Gualtieri, di dare vita ad un "sindaco della notte". «Dopo un anno di pandemia il tema della vita sociale e culturale della città è diventato cruciale e deve essere trattato come una priorità - sottolinea Ricci, che contesta la criminalizzazione dei giovani, quando si parla di movida - Serve avviare momenti di concertazione con cittadini, operatori economici, sistema della cultura e delle associazioni per superare i conflitti e incentivare modelli virtuosi; recuperare i molti spazi abbandonati creando distretti per eventi in ogni quadrante, distanti dai centri più popolati. Una ricetta semplice che può partire subito. La criminalizzazione dei giovani è diventata inaccettabile. Per governare la vita notturna serve qualcuno davvero capace di rappresentare quel pezzo di città. Per questo, se sarò eletto in Assemblea Capitolina, sono pronto ad assumermi il ruolo di “sindaco della notte"».

© RIPRODUZIONE RISERVATA