Elezioni Roma, M5S sconfitto anche nei municipi: al ballottaggio soltanto a Tor Bella Monaca

Elezioni Roma, M5S sconfitto anche nei municipi: al ballottaggio soltanto a Tor Bella Monaca
4 Minuti di Lettura
Martedì 5 Ottobre 2021, 20:05 - Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre, 13:08

Il Movimento 5 Stelle accede al ballottaggio soltanto nel VI municipio, quello di Tor Bella Monaca: sconfitto invece negli altri 14 territori del Comune di Roma. Nel 2016 c'era stata la valanga stellata che si era presa la stragrande maggioranza dei municipi della Capitale. Ora M5S è rimasto a combattere solo al VI, dove sopravanza al candidato di centrosinistra per nove voti.

Il municipio di Tor Bella Monaca

Nel municipio delle Torri, ovvero Tor Bella Monaca, infatti, ad andare al ballottaggio con Nicola Franco, il candidato della destra arrivato al 43,18 % di voti, sarà Francesca Filipponi del M5s che con il 21,95 % ha superato di un soffio Fabrizio Compagnone, che per il centrosinistra si è invece attestato con una percentuale del 21,94 %.

Candidati al ballottaggio, pesa l’incognita dell’affluenza: parte la caccia a pigri e delusi

Ballottaggio in tutti i municipi tra destra e sinistra

In ogni caso tutti i municipi di Roma andranno al ballottaggio assieme ai candidati sindaco e, ad esclusione del VI, gli schieramenti sono centrosinistra versus centrodestra. Nel Municipio I, territorio guidato dal Pd con Sabrina Alfonsi, la sfida sarà tra Lorenza Bonaccorsi per il centrosinistra (40,6 %) e Lorenzo Santonocito candidato del centrodestra (27,37 %); nel Municipio II Francesca Del Bello ( 34,23 %), presidente uscente del Pd, si scontrerà con Patrizio Di Tursi centrodestra (29,08 %); il Municipio III, capitanato fino ad oggi dal capolista di Roma Futura Giovanni Caudo, sarà conteso tra Paolo Marchionne per il centrosinistra (35,42 %) e da Giordana Petrella del centrodestra (31,34 %).

Sindaci in Ciociaria, bis centrati e mancate conferme. I ritorni di Germani e D'Ovidio, quattro donne con la fascia

Al IV, uno di quelli poi persi dai pentastellati, al ballottaggio andranno Massimiliano Umberti per il centrosinistra (30,83 %) e Roberto Santoro del centrodestra (34,76 %); nel Municipio V troviamo invece Daniele Rinaldi centrodestra (34,28%) e Mauro Caliste centrosinistra (34,01 %); al VII Francesco Laddaga del centrosinistra (35,67 %) andrà al ballottaggio con Luigi Avveduto, candidato del centrodestra (30,10 %); al Municipio VIII il presidente uscente Amedeo Ciaccheri ottiene la percentuale più alta tra i candidati mini sindaco della Capitale con il 46,16 percento dei voti, e porta il centrosinistra al ballottaggio contro il candidato del centrodestra Alessio Scimè, al 25,53 %.

Pippo Franco denunciato, possedeva un Green pass falso: inchiesta sul suo medico

Anche Ostia al ballottaggio

Anche i municipi IX e X, guidati prima dai pentastellati, vedono ora al ballottaggio altri due schieramenti: al nono Titti Di Salvo per il centrosinistra (29,63 %) incontrerà alle urne il candidato del centrodestra, Massimiliano De Julis (33,69 %). Mentre al decimo, Ostia, anch'esso prima capitanato da una giunta grillina, sarà conteso dalla leghista Monica Picca (39,11 %) e Mario Falconi del centrosinistra (26,29 %).

Gli altri territori

Nel Municipio XI sarà contesa tra Gianluca Lanzi, del centrosinistra arrivato al 34.99 %, e Daniele Catalano per il centrodestra, che ha raggiunto il 35,31 %; al XII, al ballottaggio si incontreranno Elio Tomassetti del Pd (39.89 %) e Pietrangelo Massaro centrodestra ( 27.42 %). Nel Municipio XIII Marco Giovagnorio, per il centrodestra, arriva al 38,33 % e si contenderà la presidenza con Sabrina Giuseppetti (30.15 %) mentre nel Municipio XIV Marco della Porta, candidato del centrosinistra (33.04 %), se la 'batterà' con Domenico Naso candidato del centrodestra (35,80 %).

A Roma nord molto avanti il centrodestra

Il Municipio XV, che fa riferimento al territorio di Roma nord, il più esteso della Capitale, vedrà la sfida tra il dem Daniele Torquati (28,08%) e il candidato della destra Andrea Signorini (41.17 %). Dopo la vittoria pentastellata del 2016 la sfida anche nei municipi torna tra gli schieramenti classicì centrodestra - centrosinistra. Il centrosinistra spera nel traino Gualtieri e il centrodestra si dice fiducioso anche perchè nei municipi i candidati presidenti hanno tutti avuto un risultato migliore del candidato sindaco Enrico Michetti: un dato che indica la presenza di una percentuale consistente di voto disgiunto e di un elettorato motivato pronto a tornare alle urne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA