Coronavirus Roma, Raggi: «Più bici in strada: stiamo lavorando per realizzare altre piste ciclabili»

Martedì 21 Aprile 2020
2
Bicicletta e monopattini
L'amministrazione Raggi immagina la fase due... a due ruote. La ripresa, con il necessario distanziamento sociale che impongono i virologi, nelle politiche per la mobilità vuol dire soprattutto "bicicletta". Tra i portatori di interesse ascoltati nell'ultima commissione capitolina Trasporti è spuntata persino l'idea di caricare la bici sul mezzo pubblico come strumento per favorire la distanza. 

«Nella ripresa, per evitare che le nostre città siano invase dalle auto, stiamo lavorando su alcune direttrici comuni: privilegiare per chi può il trasporto attraverso bici o mezzi dolci come monopattini», è la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a dirlo. «Stiamo lavorando per realizzare rapidamente delle corsie ciclabili, stiamo pensando di dedicare a Roma le controlaterali delle strade grandi alla ciclabilità - ha aggiunto -. Abbiamo chiesto al Governo di riaprire velocemente i negozi di biciclette. Vogliamo incentivare la mobilità dolce anche incentivando l'acquisto di bici elettriche. Dobbiamo scoraggiare il traffico privato perché, pur rimettendo a regime il trasporto pubblico, rischiamo di essere invasi dalle auto».

Per quanto riguarda i mezzi pubblici Raggi ha spiegato: «Stiamo programmando dei conta-passeggeri, stiamo lavorando con alcuni operatori telefonici per avere, in maniera anonima, dei dati di traffico e aumentare le corse sulle linee più frequentate».


Confindustria Ancma: 2019 positivo per il mercato bici

Dall'assessorato alla Mobilità romano guidato da Pietro Calabrese si sta pensando a
«ciclabili transitorie intese come anticipazioni del piano della ciclabilità», a anche a «individuazione di almeno due/tre progetti pilota (ciclabili) da realizzare in tempi rapidissimi su itinerari significativi». Insomma trasformare la Capitale in una città bike friendly con le corsie preferenziali aperte anche alle biciclette. 

Dalla Consulta stradale di Roma Capitale sono arrivate queste proposte: piste ciclabili da transitorie a permanenti per gestire al meglio il ritorno ad un traffico veicolare e investire sulla sicurezza stradale come prima infrastruttura che rende la mobilità alternativa "attraente". 

Coronavirus Roma, negozi e uffici: aperture a orari scaglionati. Ecco le regole per la fase 2


  Ultimo aggiornamento: 15:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani