Calenda: «Ostia deve essere un Comune indipendente, Roma l'ha gestita malissimo»

Calenda: « Roma per Ostia ha portato solo degrado e criminalità»
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Giugno 2021, 12:27 - Ultimo aggiornamento: 14:56

Prosegue la campagna elettorale di Carlo Calenda, candidato sindaco di Roma per Azione. Forti le sue dichiarazioni oggi durante un comizio a Ostia. «Roma - ha detto - per Ostia non ha funzionato, ha portato solo degrado e criminalità. Ostia non è di proprietà del sindaco di Roma ma dei cittadini che ci vivono e devono decidere se avere la loro indipendenza».

 

E ha aggiunto: «A Fiumicino, ad esempio, Esterino Montino che mi detesta è stato bravo. Lui mi detesta ma riconosco che è stato bravo. Ostia deve diventare un Comune indipendente - ha proseguito Calenda - e la ragione è molto semplice perché Roma l'ha gestita malissimo. Oggi le potenzialità di Ostia non si vedono. È un Comune marittimo, nessuno è riuscito a dargli la forza per trovare la sua vocazione».

Carlo Calenda: «Dalle banche alla Rai dico no alla spoliazione di Roma»

© RIPRODUZIONE RISERVATA