Taglio della torta sullo scontrino del ristorante a Ostia, la cliente: «Sconvolta». Il locale: «Avvisata»

Il ristoratore aggiunge: "Non essendo stata acquistata da noi, questa operazione ha dei costi accessori non indifferenti"

Porta la torta per festeggiare l'amica, ristorante le fa pagare 10 euro per il taglio: «Sconvolta». Il locale: «Avvisata»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 21:52 - Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 20:46

Il taglio della torta finisce sullo scontrino. A Ostia una signora si è lamentata sui social dopo che ha letto sulla ricevuta fiscale l'importo di 10 euro come costo accessorio chiesto dal ristorante per dividere il dolce portato per festeggiare l'amica. Si è scatenata una polemica. Con lo stesso locale, chiamato in causa, che ha risposto all'utente.

Taglio della torta sulla scontrino a Ostia, la denuncia social

Mara scrive su Facebook il 13 novembre. «Venerdì 11 sono andata per festeggiare il compleanno di una mia amica da *** e sono rimasta sconvolta dallo scontrino che riportava l'importo di 10 euro per il taglio della torta....portata chiaramente dalla mia amica». La segnalazione arriva sul gruppo Ostia informa. Racconto che ha scatenato centinaia di risposte. Non sempre dalla parte di chi ha scritto il contenuto.

Salt Bae pubblica lo scontrino nel suo ristorante: una cena da 161mila euro (52mila solo per il vino Petrus). È polemica

La risposta del ristorante

Non si è lasciata attendere la replica del ristorante, direttamente citato dall'utente. «Ci dispiace innanzi tutto del commento - scrive in risposta al post -, ma era stata avvisata del costo del taglio della torta, sopratutto non essendo stata acquistata da noi, questa operazione ha dei costi accessori non indifferenti». Non vengono specificati quali, poi però l'attività commerciale aggiunge. «Essendo il nostro un locale dove cerchiamo di mantenere un rapporto qualità prezzo buono, rischiamo di non rientrarci con i numerosi costi che oggi sostieniamo». Il riferimento, probabilmente, è al caro bollette. Poi le scuse di cortesia: «A prescindere, ci dispiace che lei ci sia rimasta male, tutti i giorni ci impegnamo per offrire un buon servizio e cerchiamo di rendere felici i nostri clienti. Qualora volesse venire a trovarci una seconda volta siamo sicuri di poterle far cambiare idea».

Lotteria degli scontrini, si cambia: vincite istantanee come un "Gratta e vinci", basta inquadrare il Qr code

 

Le esperienze simili

C'è chi ha avuto anche esperienze peggiori. «Pensa che lo scorso anno in un ristorante a Roma - racconta Maria in risposta al post -, avevamo organizzato un pranzo di gruppo (tema Grecia). Eravamo quasi 20 persone, con un menù fisso di 30€ a testa. Una nostra amica aveva portato una bottiglia di liquore greco fatto da suo zio per farlo assaggiare». Quanto le hanno addebitato? «2€ a persona solo per portarci i bicchierini». Com'è andata a finire? «Lei, per carineria nei nostri confronti, ha accettato. Ma quando l'abbiamo saputo ci siamo rimasti veramente male».

© RIPRODUZIONE RISERVATA