Zagarolo, minaccia di morte i clienti di un bar: i carabinieri gli sequestrano le armi e lui li aggredisce

Le armi sequestrate (foto Ufficio stampa carabinieri)
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Settembre 2021, 13:08

Resistenza a Pubblico Ufficiale. E' il reato contestato dai carabinieri della Stazione di Zagarolo a un 58enne del luogo arrestato. Aveva minacciato di morte giorni fa due clienti di un bar del posto. I militari hanno indagato e accertato che era titolare di porto d’armi e detentore di numerose armi da fuoco, così hanno effettuato un controllo nella sua abitazione e ritirato le armi in via cautelativa. L’uomo, al momento dell’intervento, non era  in casa ma  è stato trovato in un autolavaggio non lontano dalla sua abitazione. Appena ha notato avvicinarsi i carabinieri,  ha iniziato ad aggredirli, prima verbalmente, poi fisicamente, nel tentativo di sottrarsi al controllo.

Roma, Campo de' Fiori, risse e agguati: un 25enne accoltellato all’addome e tre giovani picchiati

Nonostante la sua strenua resistenza, i militari lo hanno immobilizzato e portato in caserma in stato di arresto. Nel bagagliaio del suo fuoristrada, i militari hanno trovato una carabina ad aria compressa cal. 4,5, che è stata sequestrata. Anche in caserma, l’uomo ha proseguito nel suo atteggiamento aggressivo e violento, al punto che i militari sono stati costretti a richiedere l’intervento del “118” che, dopo averlo sedato, lo ha trasportato nell’Ospedale di Colleferro, dove è stato ricoverato nel reparto di psichiatria.

Tutte le armi ancora presenti presso l’abitazione dell’uomo sono state ritirate dai militari per l’avvio della prevista procedura amministrativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA