Roma, "Aiutiamo la famiglia di Willy", via alla raccolta fondi. Funerale forse nel campo di calcio

Martedì 8 Settembre 2020 di Alessia Marani
Willy Monteiro Duarte ucciso di botte a Colleferro

Willy Monteiro, l'apprendista cuoco di 21 anni, pestato di botte e ucciso nella notte tra sabato e domenica da una banda di bulli a Colleferro, aveva studiato con profitto alla scuola alberghiera e da due anni lavorava duramente nelle cucine del ristorante di un albergo di Artena anche e, soprattutto, per dare una mano in famiglia. Aspirava a diventare chef e il suo datore di lavoro, l'imprenditore Nazzareno D'Amici, era sicuro che avrebbe raggiunto l'obiettivo e per questo lo aveva mantenuto al suo posto anche durante l'emergenza Covid comunicandogli che, per quanto era bravo, a gennaio sarebbe stato promosso e avrebbe ricevuto un aumento. Adesso lui, come tanti altri nel paese di residenza del ragazzo, Paliano, l'ultimo centro della provincia di Frosinone al confine con Roma,  vuole dare una mano, continuare a portare avanti l'intento del ragazzo, lavoratore instancabile: sostenere la sua famiglia, originaria di Capo Verde che si era trasferita in Italia una trentina d'anni fa per trovare miglior fortuna. Papà Armando lavora in un cantiere edile nella Capitale, la mamma presta servizio come domestica, l'altra figlia di 19 anni sta studiando. Vivono tutti in un appartamentino nella casa di cui fungono anche da custodi. Ieri l'amministrazione comunale di Paliano, sollecitata dagli stessi genitori degli amici di Willy e da tanti che lo conoscevano, ha deciso di dare inizio a una raccolta fondi per la famiglia di Willy. "Chiunque voglia dare il proprio contributo può fare un versamento sul conto corrente con Iban IT33V0760114800000079203147", si legge nella nota diffusa dal Comune. Oggi verrà conferito l'incarico per l'autopsia. Una volta eseguito l'accertamento, il magistrato potrà dare il via per la restutzione della salma ai genitori e, quindi, al funerale. Delle esequie si occuperà, a proprie spese, l'amministrazione comunale. Il sindaco Domenico Alfieri sta cercando una struttura, forse un campo da calcio, lo sport che Willy amava e aveva praticato, in cui potere celebrare la cerimonia nel rispetto delle norme anti-Covid.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA