La stuprano dopo aver finto di offrirle un lavoro: arrestata una coppia a Civitavecchia

Tentano di violentarla dopo aver finto di offrirle un lavoro: arrestata una coppia a Civitavecchia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Settembre 2019, 19:15

Sequestro di persona e violenza sessuale: queste le accuse per una coppia di indonesiani che hanno teso una trappola a una connazionale invitandola a cena in un albergo a Civitavecchia prospettandole un opportunità di lavoro. In realtà la coppia, dopo aver fatto ubriacare la donna, l'ha trascinata in una stanza di quello stesso hotel picchiandola e cercando di violentarla dopo che lei si era rifiuta di partecipare a un ménage a tre. In un momento di distrazione dei due aguzzini, la vittima è riuscita a inviare un messaggio di aiuto a un amico e quest'ultimo ha avvertito la Polizia.

Arrestati dagli agenti del commissariato di Civitavecchia, i due stranieri, identificati per K.D.M. di 36 anni e B.S., una donna di 42 anni, dovranno rispondere di sequestro di persona e violenza sessuale aggravato dall'inganno e dall'uso di sostanze alcoliche.

La vicenda ha inizio mercoledì sera intorno alle 23.30 quando, una pattuglia della Polizia del commissariato Prati è stata fermata in piazzale degli Eroi da un cittadino straniero che, preoccupato, riferiva di non avere più notizie di una sua amica. Accompagnato negli uffici del commissariato Ponte Milvio, diretto dal Antonio Soluri, per sporgere denuncia, ha raccontato, che la sua amica, il giorno precedente, aveva un appuntamento di lavoro. L'uomo ha detto che intorno alle 22.30 aveva ricevuto un ulteriore messaggio dove la sua amica gli chiedeva aiuto raccontando di essere stata costretta a recarsi in un albergo di Civitavecchia, contro la sua volontà. Allertato il commissariato di Civitavecchia, diretto da Paolo Guiso, ha inviato due pattuglie che hanno localizzato la struttura alberghiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA