Via del Tritone, lunedì via al restyling: passa il maxi-emendamento con il bilancio 2021

Una veduta di via del Tritone
di Fabio Rossi
2 Minuti di Lettura

Via ai lavori di restyling di via del Tritone, che partiranno lunedì prossimo con la prima fase, in attesa che si traduca in cantieri il nuovo piano di investimenti contenuto nel maxi emendamento di giunta, approvato ieri dall’assemblea capitolina nel corso della discussione sul bilancio di previsione 2021. Nel programma varato dal Campidoglio si punta su infrastrutture del trasporto pubblico, manutenzione stradale e messa in sicurezza delle scuole, oltre a prevedere nuovi fondi a disposizione dei Municipi.
La prossima settimana, come detto, comincerà l’intervento in via del Tritone, finanziato con tre milioni di euro dalla Rinascente. Il progetto prevede l’allargamento dei marciapiedi, l’ampliamento degli spazi pedonali e l’eliminazione di quasi tutti i parcheggi di via dei Due Macelli. Si parte dalla parte centrale della strada - da largo del Tritone al civico 47 - fino al 31 maggio. Poi i lavori proseguiranno sulla prima parte di via dei Due Macelli (fino a via Capo le case) e negli altri tratti di via del Tritone fino a largo Chigi e a piazza Barberini. L’ultima fase riguarderà via dei Due Macelli, tra via Capo le case e piazza di Spagna.
In seconda convocazione, con 20 voti favorevoli e 7 contrari, il consiglio comunale ha dato il via libera al maxiemendamento sulla manovra di previsione 2021-2023. Nel piano si stanziano 457 milioni di euro per nuove opere pubbliche nel prossimo triennio e 45 milioni sulla spesa corrente per quest’anno. Tra gli investimenti ci sono 240 milioni di euro per la mobilità: fornitura di treni per le linee A e B della metro, manutenzione dei binari e nuovi collegamenti tranviari, tra cui la linea Marconi-Appia Antica-Subaugusta. Quindi 60 milioni per le infrastrutture: 24 milioni per il comprensorio direzionale Pietralata-via Sublata, 7 milioni per opere a scomputo del consorzio Tiburtino, 3 milioni per la via Tiburtina, 1,2 milioni per il programma di recupero urbano Palmarola-Selva Candida, 150 mila per il parco fotovoltaico. Stanziati anche 33 milioni per l’acquisto di depositi per i mezzi del trasporto pubblico e 1,2 milioni per la fornitura di giochi per i parchi pubblici. A questi, con un emendamento aggiuntivo, si sommano i fondi statali che vengono recepiti per la realizzazione della funivia Battistini-Casalotti, per oltre 109,5 milioni fino al 2023.

Via del Tritone, lunedì via al restyling
Bilancio, passa il maxi-emendamento

Mercoledì 17 Febbraio 2021, 12:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA