ROMA

Velletri, rapine in centro: preso “Indico”

Domenica 19 Gennaio 2020
Velletri, rapine in centro: preso “Indico”
Ha minacciato il direttore dell’ufficio postale e una negoziante nella centralissima piazza Cairoli a Velletri per farsi dare dei soldi. È stato arrestato dai carabinieri ed è finito in carcere Maurizio De Paolis, soprannominato “Indico” (il nome in gergo popolare sta per indicare una sorta di malattia che infesta le piante), 43 anni veliterno, conosciuto da molti in città per i suoi episodi violenti. Spesso se la prende con i passanti e i commercianti arrivando anche alle mani, un vero e proprio incubo per i residenti del centro. Ora dovrà rispondere dei reati di tentata estorsione e minacce.

Nonostante abbia collezionato diverse denunce questa è la prima volta che finisce in carcere. Solo tre settimane fa ha aggredito a morsi e calci due agenti della polizia locale intervenuti su Corso della Repubblica mentre Indico aveva iniziato a picchiare e inveire contro i passanti. Dopo essere stato piantonato due giorni, in cella di sicurezza al comando della municipale e in ospedale a Velletri, è stato rimesso in libertà dal giudice, con l’obbligo di firma e una condanna a un anno per lesioni e violenza a pubblico ufficiale. Due giorni fa, in pieno pomeriggio, nel centro della città castellana, Indico si è reso protagonista di ben due tentate estorsioni con minacce, terrorizzando il direttore delle poste e una negoziante sotto la Galleria Ginnetti.
I due hanno passato attimi di paura e ancora devono riprendersi dal brutto episodio che gli è capitato. Diversi testimoni hanno raccontato la condotta aggressiva e «fuori controllo» del 43enne: «Li ha minacciati di dargli i soldi altrimenti sarebbero finiti molto male – racconta una negoziante del centro storico - . Bene hanno fatto i carabinieri a mettergli le manette. Ci auguriamo che lo tengano a lungo in carcere perché ormai quest’uomo è diventato un incubo per tutti, con il suo comportamento alterato e sopra le righe».
 
Nel frattempo, un altro arresto è stato portato a segno dai carabinieri della stazione di Genzano diretti dalla compagnia di Velletri. I militari hanno arrestato G.T., un quarantenne del posto per rapina aggravata. Le indagini sono partite dopo una serie di rapine a diversi commercianti del posto. L’ultima sotto le feste di Natale, si è consumata in un bar della città gestito da una 86enne. Gli inquirenti hanno notato che la dinamica dei colpi era sempre la stessa: il malvivente, infatti, dopo essere entrato nel locale in orario di chiusura, aggrediva il personale prendendo l’incasso. Così il responsabile è stato identificato, dopo una serie di riscontri e ritrovamenti di alcuni capi di abbigliamento e dopo che sono state individuate anche le vetture utilizzate ogni volta per scappare. Il quarantenne è finito in carcere a Velletri per rapina aggravata e continuata.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma