Variante Delta a Roma, contagi in aumento a Centocelle e Casilino: la mappa dei quartieri

Variante Delta a Roma, contagi in aumento a Centocelle e Casilino: la mappa
3 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Luglio 2021, 18:50 - Ultimo aggiornamento: 20:33

Tornano a salire i contagi nel Lazio, anche per la variante Delta. Che insieme alla Gamma e all'Alfa sono quelle più presenti nella Regione. In percentuale, la prima è al 34.9%, mentre la seconda rappresenta invece il 36,8% dei casi, la terza, invece, costituisce il 27,4% dei tamponi sequenziati. Il Covid si può dire quindi che è mutato. Definitivamente. Tant'è che negli Stati Uniti, dove in base agli ultimi dati del CDC (l'agenzia federale statunitense in tema di sanità) la variante Delta è al 51.7%, alcuni medici hanno proposto di fare il tampone anche alle persone a cui già è stato somministrato il vaccino. E anche a Roma la curva epidemiologica dei contagi è tornata a salire: dal 6 luglio, quando i casi erano 58, e oggi sono invece arrivati a 112. 

Variante Delta, sale l'allerta in Gran Bretagna: +71% di casi. Gli scienziati: «Riaperture pericolose e premarure». Salgono i contagi in Israele e a Tokyo

 

Variante Delta, la mappa dei contagi a Roma

In base ai dati aggiornati dallo studio dello Spallanzani, l'aumento maggiore dei casi di Covid è stata registrata a Roma est. Dove i contagi sono in crescita in diversi quartieri secondo i dati aggiornati all'8 luglio. Al Casilino 702, Centocelle 3764, San Basilio 2067, Casal De Pazzi 1825 e Don Bosco 3263. Villa Ada è invece il quartiere dove c'è meno incidenza: dove sono 34 i casi nell'ultima settimana.

L'ultimo bollettino del Lazio 

«Oggi su oltre 8mila tamponi nel Lazio (-42) e oltre 13mila antigenici per un totale di oltre 21mila test, si registrano 112 nuovi casi positivi (+8), 4 decessi (-3), i ricoverati sono 139 (-5). I guariti sono 132, le terapie intensive sono 27 (-2). Il rapporto tra positivi e tamponi è allo 1,3% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,5%. I casi a Roma città sono a quota 83». È quanto fa sapere l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato. Sul fronte vaccini sono state «superate 5,7 milioni di dosi somministrate. È stato inoltre autorizzato il reclutamento di 153 medici d'urgenza per i Pronto Soccorso. Continua andamento positivo: meno ricoveri, meno decessi e meno terapie intensive. Zero decessi nelle province, 4 decessi a Roma città».

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA