Manfredi, indagine della Procura di Roma: ipotesi fuga di gas. Sequestrati casa e caldaia

Manfredi, indagine della Procura di Roma: ipotesi fuga di gas. Sequestrati casa e caldaia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Febbraio 2021, 12:47 - Ultimo aggiornamento: 12:52

Sono stazionarie le condizioni dello scrittore Valerio Massimo Manfredi, ricoverato in prognosi riservata, all'ospedale di Grosseto. Manfredi è stato trasferito ieri sera da Roma, dopo aver subito un'intossicazione da monossido di carbonio. La scrittice Antonella Prenner, rimasta inossicata con Manfredi, è invece ricoverata al Policlinico Umberto I di Roma.

L'archeologo e scrittore è stato trovato privo di sensi con Antonella Prenner in un appartamento a Trastevere ieri pomeriggio. A dare l'allarme è stata la figlia dello scrittore.

 

Le indagini

Nel frattempo la Procura di Roma attende una prima informativa dalle forze dell'ordine per procedere con l'apertura di un fascicolo di indagine. La pista più accreditata è quella della fuga di monossido di carbonio da una caldaia. Al momento l'appartamento accanto a quello dello scrittore, in via dei Vascellari, è stato posto sotto sequestro dai vigili del fuoco intervenuti: è stata sequestrata anche la caldaia dell'appartamento.

Sulla vicenda indagano anche gli investigatori del commissariato Trastevere.

Valerio Massimo Manfredi, Marco Buticchi: «Forza Valerio, sei un grande narratore»

© RIPRODUZIONE RISERVATA