Lazio, vaccini per gli insegnanti: le prenotazioni, il siero, le date. Cosa c'è da sapere

Lazio, vaccini per gli insegnanti: le prenotazioni, il siero, le date. Cosa c'è da sapere
3 Minuti di Lettura

La data è stata fissata. Dall’11 maggio partiranno le somministrazioni delle seconde dosi per gli insegnanti, che avranno lo stesso vaccino ricevuto alla prima dose. Così ha indicato l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. I richiami erano stati messi in standby lo scorso 10 aprile, dopo che il commissario all’emergenza Francesco Figliuolo aveva reso prioritarie a livello nazionale le vaccinazioni degli over 80 e fragili. Il ministro dell'istruzione Patrizio Bianchi ha inoltre aggiunto che «si ritene necessario riprendere la somministrazione nei confronti del personale scolastico e universitario, docente e non docente, non ancora sottoposto alla prima somministrazione». La Regione Lazio, però, frena.

 

Prenotazione insegnanti - Dalla Pisana fanno sapere che non cambierà nulla per le prenotazioni degli insegnanti. Al momento sono oltre 110 mila quelli vaccinati (pari all'86% del totale) e per la gestione degli appuntamenti si procederà per coppie d'età, con l'ultima categoria (chi ha 54 e 55 anni) che potrà scegliere il centro per la vaccinazione da domani. Non si attiverà più, quindi, una finestra specifica per la prenotazione degli insegnanti come invece avveniva un tempo. La gestione degli appuntamenti seguirà le fasce d'età senza alcun cambiamento. Come indicato sul sito di Salute Lazio, la «vaccinazione anti covid per il persone dei servizi educativi per l'infanzia, per il personale scolastico e universitario, non studenti» le prenotazioni sono terminate domenica 7 marzo. Se poi si vuole spostare l'appuntamento, allora si potrà chiamare numero 06 164161841. Quando? Dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 19.30, mentre il sabato dalle 7.30 alle 13.00.

Vaccini Lazio, domani prenotazioni per chi ha 54-55 anni (nati nel 1966 - 1967): centri, farmaci e come evitare le file

Quale vaccino - Nessuna preclusione per AstraZeneca o Johnson&Johnson, che erano stati raccomandati agli over 60. Dalle Asl di Roma fanno sapere che si può prenotare il vaccino in qualsiasi centro, anche in quelli dove sono somministrati i farmaci che erano stati sospesi. «La valutazione sul vaccino da inettare – spiegano – viene effettuata dal medico in fase di triage prevaccinale». Ovvero nel colloquio con il sanitario prima dell'iniezione. Ma è tuttavia importante prima sentire il proprio medico di base per sapere se si possono avere delle incompatibilità con un determinato vaccino.

 

Venerdì 7 Maggio 2021, 14:18 - Ultimo aggiornamento: 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA