Vaccino antinfluenzale , arriva quello spray: 50mila dosi per gli under 18

Vaccino antinfluenzale , arriva quello spray: 50mila dosi per gli under 18
di Camilla Mozzetti e Fabio Rossi
4 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Dicembre 2020, 01:48

Cinquantamila dosi di vaccino antinfluenzale spray, da far assumere via nasale a bambini e ragazzi, per “liberare” la prossima fornitura - 300 mila attese per il prossimo mese - e utilizzarla per venire incontro alle tante richieste ancora da accontentare, che riguardano anche anziani e categorie a rischio. Con l’arrivo del freddo e delle piogge, la Regione accelera sulla campagna vaccinale contro l’influenza, che nelle ultime settimane aveva subito uno stop a causa del mancato arrivo del numero di dosi previsto. Il ministero della Salute ha infatti provveduto ad un approvvigionamento straordinario di vaccino Fluenz Tetra, che sarà distribuito gratuitamente alle regioni. Da oggi, poi, sono in arrivo 100 mila dosi del vaccino Vaxigrip Tetra, da inoltrare ai medici di medicina generale per garantire la necessaria copertura proprio dei pazienti di età più avanzata e delle persone con patologie pregresse, quindi più esposte a rischi.

<div class="flourish-embed flourish-bar-chart-race" data-src="visualisation/1659099" data-url="https://flo.uri.sh/visualisation/1659099/embed" aria-label=""><script src="https://public.flourish.studio/resources/embed.js"></script></div>


LA DISTRIBUZIONE <QA0>
Al Lazio sono state assegnate 50.080 dosi del vaccino nasale, che il ministero procederà in questi giorni a far consegnare in un unico hub regionale, individuato nella farmacia Covid, in piazza Santa Maria della Pietà (nel padiglione 28). Il prodotto dovrà essere usato sugli assistiti di età compresa tra i 2 e i 18 anni, che debbano ancora iniziare la procedura vaccinale. Alla Capitale, in particolare, sono destinate 8.381 dosi per la Asl Roma 1, 10.920 per la Roma 2 e 5.413 per la Roma 3. L’utilizzo del prodotto da inalare, spiegano da via Cristoforo Colombo, consentirà di destinare una parte delle disponibilità degli altri vaccini utilizzabili in età pediatrica per differenti categorie target dell’intervento.
LA SOMMINISTRAZIONE <QA0>
Per i minori di 10 anni, con la normale somministrazione via iniezione, sono per esempio previste due dosi a distanza di un mese l’una dall’altra: con lo spray ne basterà una. I medici, però, restano critici: «Stando alla scheda tecnica, lo spray in questione è fortemente sconsigliato nei soggetti che soffrono di asma grave o di allergia all’uovo - si legge in una nota della Confederazione italiana dei pediatri (Cipe) del Lazio - Inoltre, chi viene vaccinato con lo spray potrebbe trasmettere i virus, per una o due settimane dopo la somministrazione, agli immunodepressi». A queste criticità, secondo l’associazione, «si aggiunge che il Fluenz Tetra non è somministrabile ai bimbi dai 6 ai 24 mesi, agli stessi immunodepressi di tutte le età e alle donne in gravidanza: per tutti costoro, a oggi, non c’è un vaccino alternativo».
LE CIFRE <QA0>
Ma dalla Regione elencano i numeri della campagna vaccinale: 1,3 milioni di dosi già inoculate dai medici di base e 112 mila dalle farmacie. «A fine novembre siamo già a un più 40 per cento rispetto al totale della passata campagna antinfluenzale - sottolineano dall’assessorato alla sanità - Delle 2,4 milioni di dosi acquistate (gara fatta ad aprile) alla fine ne faremo 1,9 milioni a causa della mancata consegna di Sanofi di circa 500 mila dosi. Stiamo parlando comunque di un milione di vaccini in più rispetto all’anno passato».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA