Università Lumsa, inaugurato l’Anno Accademico. Il Rettore Bonini: «Sarà quello della Ripresa e Resilienza»

Il messaggio di Papa Francesco: “Lumsa strumento che valorizza ricchezze antiche e nuove di Roma”

Università Lumsa: inaugurato l anno accademico 2021-22. Messaggio di Francesco: «Lumsa strumento che valorizza ricchezze antiche e nuove di Roma»
3 Minuti di Lettura
Martedì 23 Novembre 2021, 14:34 - Ultimo aggiornamento: 14:35

All'Università Lumsa è stato inaugurato con la consueta cerimonia l'Anno Accademico 2021-2022. L'evento moderato da Benedetta Rinaldi, laureata all’Università Lumsa e oggi giornalista e conduttrice Rai, ha dato ufficialmente il via all’82esimo anno dell'Ateneo. «Questo che oggi formalmente inauguriamo, dovrebbe essere della ripresa e resilienza, ovvero le due parole del piano sintetizzato in quattro lettere (PNRR ndr) che è stato varato e che anche il sistema universitario italiano sta iniziando ad applicare», dice il Rettore, Prof. Francesco Bonini, relazionando sulle attività svolte dall’Ateneo nell’anno accademico appena concluso ha ricordando gli obiettivi di quello appena iniziato.

Papa Francesco: “Lumsa strumento che valorizza ricchezze antiche e nuove di Roma”

Il Card. Giovanni Lajolo, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Università LUMSA aprendo la cerimonia per i saluti istituzionali, ha letto il messaggio inviato dal Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede: «il Santo Padre desidera rivolgere il suo cordiale saluto per l’inizio del nuovo anno auspicando che l’apertura di un nuovo itinerario di studi costituisca una rinnovata opportunità per accrescere l’amore al sapere e per contribuire alla formazione alla edificazione di una società più giusta e fraterna. Papa Francesco incoraggia l’Università Lumsa a continuare ad essere un importante strumento culturale e pastorale capace di valorizzare ricchezze antiche e nuove presenti nel contesto della Città Eterna».

Successivamente il Prof. Giuseppe Busia, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ospite dell’inaugurazione, ha evidenziato come «la corruzione amplia le disuguaglianze e ne vìola il principio fondamentale. Nel momento in cui c’è qualcuno che passa avanti, salta la fila, bara al gioco, si appropria di risorse che non sono sue perché sono dirette alla collettività, viene meno il senso stesso dello stare insieme ed è questo che rende la corruzione un reato odioso contro la collettività, la vittima sembra non esserci invece siamo tutti noi ed in particolare i più deboli»  e poi rispondendo alle domande degli Studenti e delle Studentesse dell’Università ha sottolineato: «I Whistleblower sono una figura importantissima perché se vedono qualcosa che non va, non si voltano dall’altra parte, si prendono la loro responsabilità e denunciano. Sono una risorsa importantissima e noi dobbiamo favorire e aiutare questa figure garantendo le regole di protezione e sanzionando chi si ritorce contro di loro perché hanno invece esercitato un diritto civico».

Subito dopo il Prof. Pietro Lo Iacono, Ordinario di Diritto canonico ed ecclesiastico nel Dipartimento di Giurisprudenza della sede di Palermo, ha tenuto la prolusione «Il diritto canonico e la letteratura italiana. La scelta dello stato di vita da Dante Alighieri ai nostri giorni». A conclusione della Cerimonia, sono stati assegnati Premi di Laurea Petrocchi, Pizzardo e Tincani rivolti ai migliori laureati magistrali dell’Università Lumsa.

Roma, «Con Recovery e Giubileo inizia il decennio Capitale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA