ROMA

Roma, trasforma la stanza del centro di accoglienza in magazzino di merce rubata: arrestato

Domenica 12 Gennaio 2020
Aveva trasformato la sua stanza nel centro di accoglienza in via dei Laghi a Rocca di Papa, a Roma, nel magazzino della refurtiva. Per questo i carabinieri hanno arrestato un 23enne del Gambia. Il giovane disoccupato e con precedenti penali, domiciliato presso una struttura di accoglienza «C.A.S.», nella zona dei Castelli Romani è stato notato mentre usciva dall’edificio che lo ospitava portando con se un computer portatile che aveva poco prima rubato.

La refurtiva del valore di circa 600 euro è stata poi riconsegnata al proprietario, che l’ha riconosciuta. Successivamente i carabinieri hanno eseguito la perquisizione nella stanza ad uso esclusivo dello straniero, dove hanno rinvenuto e sequestrato un altro computer portatile, 6 telefoni cellulari, un tablet ed una calcolatrice, del valore di circa 2.000 euro. Sul materiale recuperato, tranne la calcolatrice che è stata già riconsegnata, sono in corso degli accertamenti per risalire ai proprietari per la successiva riconsegna. Il 23enne dopo l’arresto è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua