Roma, tenta di estorcere denaro al padre di un amico come risarcimento per la droga sequestrata: arrestato

Tenta di estorcere denaro al padre di un amico come risarcimento per la droga sequestrata: arrestato
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 1 Gennaio 2020, 15:52

Tenta un'estorsione ai danni del padre di un amico. Arrestato un ventenne romano,  denunciato un coetaneo. Tutto è partito da una denuncia ricevuta dai  carabinieri della stazione di Torvaianica.  La vittima, un 48enne di Pomezia,  si è presentata alla stazione in cerca di aiuto: da alcuni mesi era subissato dalle continue e pressanti richieste fatte dal 20enne, amico del figlio, che pretendeva, con minacce insistenti, delle somme di denaro, per un totale di circa 3.500 euro, come «rimborso» della droga perduta a seguito di un sequestro eseguito proprio dai carabinieri lo scorso mese di febbraio. I militari sorpresero il figlio del 48enne in possesso di 100 grammi di marijuana e fu denunciato, ma la droga, di fatto, apparteneva al 20enne estorsore che aveva chiesto all'amico di custodirla per suo conto.
Proprio mentre si trovava in caserma per formalizzare la denuncia, l'uomo ha ricevuto l'ennesima telefonata dal 20enne che, con minacce esplicite, gli intimava di presentarsi nei pressi dell'ufficio postale di Torvaianica per consegnargli 450 euro in contanti.  All'appuntamento si sono presentati anche i militari che, dopo la consegna del denaro, sono intervenuti arrestando l'estorsore e denunciando il coetaneo che lo aveva «spalleggiato» nell'incontro, la cui posizione è tuttora in via di approfondimento. L'arrestato è ora ai domiciliari a disposizione dell'autorità giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA