A Tor Vergata nasce un Osservatorio sul bullismo: studierà i casi nelle scuole

A Tor Vergata nasce un Osservatorio sul bullismo: studierà i casi nelle scuole
di Giampiero Valenza
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Febbraio 2022, 16:50

In un mondo in cui tutto è digitale i social media nascondono mille insidie, specie per i minori. Anche di questo si parlerà all’Università di Roma Tor Vergata, domani alle 16, nel corso del convegno “I rischi dei social media e web reputation”, organizzato dal Creg, il Centro di ricerche economiche e giuridiche, in partenariato con il Master Medim. E quello sarà il momento di presentazione dell'Osservatorio Bullismo, una realtà che monitorerà il fenomeno nelle scuole.

«Abbiamo riunito istituzioni, legali, garanti, ricercatori, perché siamo certi che insieme si riesce a combattere il bullismo, a sostenere le politiche giovanili, a dare ai ragazzi quegli elementi necessari per permettere loro di governare la rete senza esserne vittime – spiegano Enzo Rossi, Paolo Iafrate e Carmelo Mandalari dell’Osservatorio Bullismo, Cyberbullismo e Disagio Giovanile – L’incontro vuole essere anche un momento di confronto sulla web reputation, sempre più importante per i professionisti».

Roma, pestata dai bulli a 13 anni: il raid davanti alla scuola

Bullismo, le storie: Cristian, perseguitato per i suoi tic. E Alessandro, vittima e carnefice

L'incontro sarà l'occasione per presentare anche l'Osservatorio, a cui partecipano istituzioni ed esperti nell'ambito della sicurezza. «Sono lieto di poter fornire un contributo di riflessione e di esperienza concreta all'Osservatorio su bullismo, cyberbullismo e disagio giovanile creato dalla Università di Tor Vergata -Roma e sono convinto che già dall'insediamento si potranno trarre utili elementi di valutazione sinergica», commenta l'ex prefetto di Latina, Antonio D'Acunto.

Tra i presenti, Maria Mazza, Funzionaria dell’area della promozione culturale della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, Jacopo Marzetti, presidente del Comitato Media e Minori del Ministero dello Sviluppo Economico; Guido Scorza, componente dell’istituto del Garante per la protezione dei dati personali, Adriana Battaglia, del Team europeo del bullismo già consigliera del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Alessandra Migliozzi, capo ufficio stampa del Ministero dell’Istruzione e responsabile della Comunicazione di Pa Social; Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale del Lazio; Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione Lavoro, formazione, politiche giovanili del Consiglio regionale del Lazio; Monica Sansoni, Autorità garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio; Paolo Iafrate, avvocato e adjunct professor dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata – Creg; Massimiliano Nicotra, avvocato e senior partner Qubit Law Firm – Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Simona Petrozzi, web reputation specialist e presidente terziario donna Confcommercio Roma; Antonio d’Acunto, già prefetto di Latina e di Ancona; Annalisa Buffardi, primo ricercatore di Indire; Raffaele Focaroli, pedagogista e giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Roma.

A portare il loro contributo anche Mirko Cazzato, co-fondatore e team leader dell’associazione “Mabasta” e Megumi Watanabe, componente dell’Unesco Regional Bureau for Science and Culture in Europe.  L’appuntamento è all’Aula TL (Edificio A, piano terra) della Facoltà di economia in via Columbia 2. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA