Tivoli, nelle Ville solo visite virtuali: si approfitta dello stop per sistemare le fontane

Martedì 17 Marzo 2020 di di Fulvio Ventura
I dipendenti delle Ville di Tivoli raccontano sui social le bellezze dei gioielli tiburtini. Sul web, in questi giorni di chiusura imposta per il Coronavirus, finiranno fotografie e racconti di chi, ogni giorno, vive i meravigliosi siti gestiti dall’istituto VaVe: Villa Adriana, Villa d’Este, Santuario d’Ercole Vincitore e Mensa Ponderaria. «Aderiamo alla campagna #iorestoacasa - spiega il direttore delle Villae Andrea Bruciati - per invitare gli italiani a limitare gli spostamenti. Nell’ambito di tale iniziativa, abbiamo scelto di raccontare i siti con gli occhi dei dipendenti e dei collaboratori, rappresentando i diversi punti di vista e le multiformi professionalità presenti al suo interno. Ne è scaturito un progetto di narrazione corale, nel quale tutti i colleghi sono stati invitati a condividere, sui canali Instagram e Facebook, foto e racconti: emerge in questi post la stupefacente forza della bellezza e della storia».
Tra le immagini scelte dai dipendenti c’è un po’ di tutto, viali, dettagli di opere, meccanismi delle fontane estensi, scultura o inedite prospettive. «Proviamo a rispondere allo smarrimento di queste ore - prosegue Bruciati - e a favorire un rapporto di prossimità con i nostri siti, chiusi in conseguenza dell’emergenza. Credo che i messaggi che l’arte può trasmettere siano più che mai preziosi oggi. Si tratta di contribuire a risvegliare la sensibilità e l’attenzione, nella ricerca di senso, articolazione di pensiero, conoscenza e approfondimento». Durante questi giorni di chiusura verranno portati avanti alcuni interventi di manutenzione ai viale e alle fontane che con i siti aperti sarebbero stati difficili da realizzare.
All’interno della Villa d’Este si sta effettuando la potatura e la sistemazione delle aree verdi e poi si sta effettuando la manutenzione delle aree con l’acqua. A Villa Adriana, invece, i tecnici sono all’opera per concludere, quanto prima, i lavori per l’apertura dei Museia, l’area accanto al Canopo che ad oggi è aperta solo sporadicamente in occasione di mostre ed esposizioni. Le Villae sono anche un simbolo importante all’interno della comunità e la direzione non vuole fermarsi completamente. Pur se chiuse al pubblico si continuiamo a lavorare. Anche gli uffici, dove molto personale lavora a casa grazie allo smart working, sono impegnati su nuove idee progettuali da sviluppare nel post emergenza e poi stiamo riprogrammando tutto il calendario di eventi ed appuntamenti in agenda”.
Anche il Parco di Veio sceglie la modalità “virtuale” . E’ online la mostra fotografica “Emozioni dai Parchi” di Paola Scarsi. L’inaugurazione della mostra era prevista per il 13 marzo scorso, presso la sede del Parco a Sacrofano, in occasione dell’arrivo della terza tappa della Tirreno Adriatico. Poi tutto è precipitato e le disposizioni di legge hanno vietato gli assembramenti. «Abbiamo così pensato – è scritto sul sito www.parcodiveio.it - di realizzare una mostra fotografica virtuale riproponendo sul web le fotografie esposte nella sede del Parco». Per visitare la mostra si accede dal menù orizzontale: “media” e poi “mostre fotografiche”.  © RIPRODUZIONE RISERVATA