Tivoli, boom di visitatori in 18mila nelle ville storiche

Tivoli, boom di visitatori in 18mila nelle ville storiche
di Fulvio Ventura
3 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Aprile 2019, 10:33

Invasione di turisti nelle ville tiburtine, da Pasqua gli ingressi sono stati quasi 18 mila nonostante condizioni meteorologiche non sempre favorevoli. Tra oggi e i ponti fino al primo maggio, soprattutto se resterà il bel tempo, i numeri sono destinati a salire ancora. Nelle «villae», Villa Adriana, Villa d’Este e Santuario d’Ercole Vincitore, i biglietti staccati da sabato scorso sono stati circa 15 mila. A Villa Gregoriana, nonostante la pioggia e le nuvole di Pasqua e Pasquetta, gli ingressi sono stati 2.700 con lunghe code all’ingresso di piazza Massimo.

LE RIEVOCAZIONI
Lo scorso week end, poi, per completare le visite ai siti c’erano delle rievocazioni storiche all’anfiteatro di Bleso. «Queste giornate stanno andando molto bene - ha commentato il direttore dell’istituto autonomo Villa Adriana Villa d’Este, Andrea Bruciati -. C’è molta soddisfazione anche perché i turisti hanno potuto ammirare la maggior parte delle zone delle ville. Non solo, è stata ben accolta anche l’apertura gratuita di Pasquetta per i residenti di Tivoli e dei comuni del circondario. In tanti sono venuti per visitare i nostri siti». Numeri vicini ai record non solo grazie alle bellezze offerte ma anche al lavoro che sta portando avanti l’istituto autonomo VaVe. «Stiamo lavorando per un’immagine nuova - ha aggiunto Bruciati -. Stiamo investendo per facilitare le visite e per la sicurezza. Lavoriamo per dare un’immagine delle ville sempre più rispondente alle necessità dei visitatori di oggi. Vogliamo dare una percezione di strutture che da un lato offrono contenuti che fanno parte del nostro dna e dall’altro rispondono alle esigenze dei turisti.

Abbiamo intrapreso un percorso di miglioramento e vogliamo continuarlo. Dobbiamo proporre esperienze, creare nuovi racconti, far parlare i nostri monumenti ad un numero sempre maggiore di persone. E’ un’opera delicata e complessa, siamo agli inizi ma questa metamorfosi sta già avendo riscontri positivi». Archiviate le festività pasquali, ora si punta al prossimo ween end ed al Primo Maggio. In agenda ci sono attività speciali anche nel parco archeo-naturalistico di Villa Gregoriana: «Siamo aperti anche in questi giorni ed abbiamo programma una serie di attività dedicate a grandi e piccini - ha aggiunto la direttrice del Fai, Giorgia Montesano -, dai pic nic per famiglie del primo maggio alle visite a misura di bambino previste per sabato. Si tratta di tour dedicati ai più piccoli che potranno imparare giocando la storia del nostro giardino. Un modo per stare insieme, all’aria aperta, ed al contempo visitando uno dei luoghi più famosi tra i viaggiatori dei secoli scorsi».

GLI APPUNTAMENTI
Nel programma del Natale di Tivoli, poi, sabato tavola rotonda Giornate Carissimiane dalle 10 alle 18 alle Scuderie Estensi. Alle 19 visita alla Cattedrale e concerto del coro polifonico G.M. Nanino. Domenica, dalle 9 alle 20 in piazza Rivarola, laboratorio L’infiorata dei bambini. Alle 17.30 musica alle Scuderie Estensi Dalla musica barocca alle colonne sonore dei films. Dalle 16 alle 18.30 primo appuntamento di Tivoli in classica primavera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA