Ventenne tenta di togliersi la vita, ma rimane appeso al ponte: salvato dai carabinieri

Lunedì 18 Febbraio 2019 di Marco De Risi
Ventenne tenta di togliersi la vita, ma rimane appeso al ponte: salvato dai carabinieri

Se non fossero intervenuti i carabinieri, il ragazzo sarebbe precipitato nell’Aniene. E’ la cronaca di un tentato suicidio di un romano di 24 anni che, intorno alle 15, è salito sulla balaustra di ponte Tazio sulla via Nomentana, a due passi da piazza Sempione.

Alcuni passanti ed automobilisti, incolonnati nel traffico, hanno notato il giovane prima sporsi troppo dalla balaustra poi addirittura salirci in piedi. Ci sono state diverse telefonate di soccorso e nel giro di pochi minuti sono intervenute due pattuglie dei carabinieri che stavano controllando quella porzione di territorio. I militari hanno capito che non c’era tempo da perdere ed hanno iniziato una trattativa con il ragazzo in piedi sulla balaustra del ponte. I carabinieri gli hanno parlato con calma, ricordandogli che è giovane ed ha tutta la vita davanti.

Ad un certo punto, l’aspirante suicida, è scivolato ed è rimasto attaccato alla balaustra solo con una mano e l’avambraccio. I carabinieri sono intervenuti in pochi attimi e l’hanno tratto in salvo. Pare che il ragazzo, che non ha un lavoro, stia passando un periodo di depressione. Per questo, i carabinieri, hanno chiamato il personale di un’ambulanza che hanno portato il giovane al Pertini dove è stato curato da personale medico. Il salvataggio è avvenuto davanti a decine di automobilisti e passanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA