Roma, cede dosi di cocaina a finto "cliente": in manette tassista pusher

Giovedì 2 Aprile 2020
Roma, cede dosi di cocaina a finto

Ha usato come copertura il suoi lavoro di tassista per spacciare dosi di cocaina direttamente dalla sua auto. A scoprire ed arrestare il 39enne romano sono stati i carabinieri del nucleo operativo della compagnia San Pietro, in via Romano Guerra. 

Roma, droga a domicilio con linguaggio cifrato: 11 arresti ai Castelli

Il cororonavirus non ferma lo spaccio: arrestato pusher in trasferta a Tor de' Schiavi

Agli arresti domiliari, gira con dosi di shaboo in auto: fermato dai carabinieri

L’uomo era in compagnia di un 33enne che si è finto passeggero per acquistare dosi di cocaina per poi rivenderla. I militari, hanno notato l’autovettura bianca con insegna taxi in sosta sul ciglio della carreggiata e un uomo che è salito a bordo dalla portiera anteriore destra, per poi scendere dopo pochi istanti, senza che l’auto si fosse mossa. Insospettiti, i militari si sono subito avvicinati e hanno bloccato tassista e cliente e da una rapida verifica, hanno accertato che il 39enne aveva appena ceduto 4 dosi di cocaina al 33enne, dietro il pagamento di 200 euro. 

La perquisizione effettuata a casa del tassista ha permesso ai carabinieri di trovare altri 65 involucri di cocaina, la somma in contante di circa 29mila euro e tutto il materiale utile per il confezionamento delle dosi. Per entrambi è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre per il tassista anche per spaccio. Inoltre entrambi sono stati sanzionati per aver violato le prescrizioni del governo in materia di emergenza sanitaria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA