Roma-L'Aquila, scoperte due piantagioni
e un laboratorio di cannabis: tre arrestati

Roma-L'Aquila, scoperte due piantagioni e un laboratorio di cannabis: tre arrestati
1 Minuto di Lettura
Sabato 16 Novembre 2019, 17:14

Maxi operzione anti droga della Guardia di Finanza nei pressi della Capitale. aUn laboratorio per la trasformazione della cannabis in marijuana e due piantagioni, a poca distanza dal casello di Tagliacozzo dell'autostrada Roma - L'Aquila, sono stati scoperti dai militari del Comando Provinciale di Roma, che hanno arrestato 3 persone impegnate alla coltivazione dello stupefacente. I militari del gruppo di Tivoli, dopo diversi giorni di appostamenti e sopralluoghi nei boschi marsicani, hanno individuato nella parte sottostante un cavalcavia, nascosto tra la fitta vegetazione, l'opificio clandestino attrezzato per la lavorazione della droga e munito di reti di plastica sulle quali venivano posizionate le piante per l'essiccazione, da sottoporre, poi, a lavorazione e suddivisione in dosi.
Vicini al laboratorio sono stati poi scoperti due appezzamenti di terreno adibiti alla coltivazione della cannabis, con annesso canale di scolo, dove erano all'opera tre albanesi che hanno tentato la fuga opponendo resistenza ai militari. Oltre 400 le piante, alte dai due ai tre metri, ormai mature e pronte per essere estirpate. Sono stati inoltre rinvenuti picozze, machete, coltelli e contenitori di fertilizzante. Nelle abitazioni dei tre 'coltivatorì sono state trovate dosi di hashish e di marijuana già pronte per la vendita. La merce sequestrata, per un peso totale di oltre 300 chili, avrebbe potuto fruttare sulle piazze di spaccio oltre 700mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA