ROMA

Studentessa 17enne in gita molestata a Termini: interviene il prof e la polizia arresta il maniaco

Lunedì 15 Aprile 2019 di Marco De Risi
Studentessa in gita aggredita a Termini, la ragazzina in lacrime chiama il prof e la polizia arresta il maniaco

Terrore domenica pomeriggio per una studentessa di 17 anni che è stata molestata sessualmente alla stazione Termini. La minorenne era con i compagni di scuola insieme ad alcuni professori. La scolaresca si stava recando ai treni per una gita. ”Ero fra le ultime del mio gruppo - ha raccontato in lacrime la studentessa ad un prof - ed un uomo mi ha bloccato le spalle, poi mi si è attaccato addosso ed ha iniziato a toccarmi mettendomi le mani sotto la maglietta e nei jeans”.

«Rivuoi il portafogli? Fai sesso con me»: lo studente maniaco "folgorato" dalla foto dei documenti

Roma, palpeggia una donna sul bus ma lei è una poliziotta: arrestato congolese
 

Il professore ha detto all’allieva di guardare bene fra la folla: era possibile che il molestatore fosse ancora presente. Così è stato, la ragazza ha visto in faccia l’aggressore che ora stava ad alcune decine di metri di distanza.

La polizia ha un presidio fisso che controlla la stazione e sono stati due agenti ad essere contattati dal professore che gli ha indicato il presunto maniaco. Questione di pochi minuti e l’uomo, un italiano, è stato bloccato dai poliziotti: dovrà rispondere di violenza sessuale. La minore è stata assistita da una donna poliziotto e da una psicologa della polizia.

Ultimo aggiornamento: 14:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma