Cucchi, il legale della famiglia: «Ancora pressioni e depistaggi»

Venerdì 25 Gennaio 2019
1

«Stanno emergendo fatti inquietanti e gravi che si stanno verificando al di fuori di questo processo. Testimoni che vengono avvicinati, depistaggi che si stanno protraendo nel tempo e continuano mentre è in corso questo procedimento». Lo ha detto Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi, in apertura dell'udienza del processo sulla morte del giovane geometra romano nel 2009, riferendosi in particolare al filone dell'indagine sui falsi e sulle presunte pressioni dei vertici dei carabinieri seguiti al pestaggio e alla morte di Stefano Cucchi.
«Possiamo anche voltarci dall'altra parte e dire che saranno oggetto di altri procedimenti- ha concluso- ma esprimo tutto il mio rammarico rispetto alla reiterazione di questi episodi in queste forme illecite e inaccettabili in uno stato di diritto»
.

Cucchi, carabiniere intercettato: «Bisogna aiutare colleghi in difficoltà»
 

 

Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma